Fiat Fiorino: quando derivava dalla Uno




PAI © Facebook-Google+-Twitter-Instagram-YouTube passioneautoitaliane.it-Passione Fiat Italia -redazionewm@outlook.com

Nel 1987 viene presentata una versione più moderna del Fiat Fiorino e basata sulla Fiat Uno venduta in Brasile e commercializzata in Italia come "Uno CS" e sulla Fiat Duna. In Europa venne importato a partire dall'anno seguente. La gamma si componeva di tre varianti di carrozzeria: furgonato classico, versione Panorama per il trasporto persone vetrata e pick-up con cassone posteriore e motori 1.4 a benzina otto valvole e 1.7 diesel aspirato. Nel 1992 il Fiorino ha subito un rilevante restyling al muso (nuovi fari e mascherina più sottili) e in cui il volume di carico è stato incrementato fino a 3,2 m² mentre la portata è salita a 620 kg. Nel 1997 è stato eseguito l'ultimo restyling prima della fine della produzione del modello europeo, che consisteva in una mascherina nuova con presa d'aria più larga.


Il Fiorino dal 1994 sul mercato sud americano è basato sulla Fiat Mille (evoluzione della Uno) ed è stato gradualmente aggiornato introducendo le medesime migliorie ed innovazioni introdotte dall'utilitaria Mille.

La gamma motori si componeva dal quattro cilindri 1.200 cm³ Fire 8 valvole e il turbodiesel dotato di iniezione indiretta da 1.700 cm³. In meno di 4 metri di lunghezza il Fiorino riusciva ad offrire un volume utile di carico di 3,2 m³, con il piano di carico a soli 50 centimetri da terra e dimensioni interne utili di 1,78 m in lunghezza, 1,35 in larghezza e 1,36 in altezza.

La produzione del modello europeo cessò nel 2000 mentre in Sud America (presso lo stabilimento di Betim in Brasile) è continuato ad essere stato prodotto e venduto fino al dicembre 2013. L'uscita di produzione è dovuta alle nuove norme di omologazione entrate in vigore in Brasile dal 1º gennaio 2014 che prevedono l'adozione di serie di numerosi dispositivi di sicurezza quali airbag frontali e sistema anti bloccaggio delle ruote ABS e siccome il Fiorino essendo un progetto datato risalente alla fine degli anni 80 non era predisposto per queste tecnologie la Fiat ha deciso di sostituirlo con una nuova generazione totalmente nuova basata sulla nuova Uno lanciata nel 2010.

Come suo erede europeo invece si può considerare il multispazio Fiat Doblò che entrò in produzione nel 2000 e rispetto al Fiorino presentava una carrozzeria più moderna di tipo "monovolume", mentre la versione pick-up venne rimpiazzata già nel 1999 dal Fiat Strada, pick-up compatto derivato dalla Fiat Palio. Successivamente arrivo il nuovo Fiorino e il Doblò divento più grande.

Commenti

Post popolari in questo blog

Prodotta oggi a Pomigliano d'Arco la milionesima Fiat Panda

Alfa Romeo Giulia si aggiudica il titolo di “Auto dell’Anno 2018” in Nord America

Cosa vedremo prossimamente

Vendite USA: Fiat diminuisce del 33%. Cresce solo 500L. Fiat crolla in Canada con 30 auto vendute a ottobre 2017