Alfa Romeo è technical partner dell’evento “Seeds & Chips”



Passione Auto Italiane

Al vertice internazionale sull'innovazione nel settore alimentare, il pubblico potrà ammirare Stelvio e Giulia. Il primo SUV della storia di Alfa Romeo garantisce prestazioni senza compromessi e grande piacere di guida, grazie alla sua eccellenza meccanica e motoristica, e la Giulia rappresenta il nuovo paradigma del brand.


In scena da ieri all'11 maggio presso la Fiera di Rho la terza edizione di "Seeds & Chips - The Global Food Innovation Summit" a cui partecipano le migliori realtà internazionali nel settore Food&Ag Tech, università, istituzioni, investitori e centinaia di startup provenienti da tutto il mondo. Il programma prevede quattro giorni di conferenze e seminari con oltre 200 relatori da tutto il mondo che espongono interessanti punti di vista sulle grandi sfide globali relative alla produzione e alla fornitura di alimenti. Ospite d'onore, il quarantaquattresimo presidente degli Stati Uniti Barack Obama che è intervenuto oggi sul tema della Food Innovation. L'argomento ha una grande rilevanza in molteplici settori economici e sociali, è oggetto di studi sempre più approfonditi e vede l'impegno di tecnologie d'eccellenza.

Al fianco dei protagonisti dell'evento, il brand Alfa Romeo, technical partner di "Seeds & Chips". In questi giorni il pubblico può ammirare Alfa Romeo Stelvio e la Giulia Veloce, esempi su quattro ruote di come la tecnologia possa migliorare l'esperienza dei consumatori, non solo a tavola ma anche su strada. Il primo SUV del brand, infatti, ridefinisce le regole nel suo segmento regalando, anche al guidatore più esigente una dinamica di guida entusiasmante e, al tempo stesso, il massimo livello in termini di comfort e versatilità tipica di questa categoria

Come da tradizione Alfa Romeo, Stelvio assicura un comportamento impeccabile, da vera sportiva, come dimostrano una distribuzione equilibrata dei pesi, lo sterzo più diretto del segmento e sospensioni evolute con tecnologia esclusiva AlfalinkTM, oltre a un ampio impiego di materiali ultraleggeri e tecnologici, quali la fibra di carbonio e l'alluminio. Inoltre, per una tenuta di strada senza compromessi, il SUV Stelvio propone il sistema integrale Alfa Romeo Q4 e può essere equipaggiato con il differenziale posteriore autobloccante meccanico.

La Giulia Veloce si contraddistingue sia per alcuni raffinati elementi estetici, come i paraurti specifici e le  la cornice cristalli esterna in nero lucido, sia per alcuni contenuti più sportivi quali l'estrattore posteriore specifico che integra il doppio terminale di scarico  e i cerchi in lega da 19" a 5 fori disponibili come optional. Stessa impronta sportiva nell'abitacolo, e sotto il cofano: è disponibile con il 2.2 Diesel da 210 CV o il 2.0 benzina da 280 CV, entrambi abbinati alla trazione integrale Alfa Romeo Q4 e al cambio automatico a otto marce.

Commenti

Post popolari in questo blog

Prodotta oggi a Pomigliano d'Arco la milionesima Fiat Panda

Il "Pandone" di Fiat

La divisione interna a Fiat per un erede della Punto e l'ostacolo per far arrivare la Argo in Europa

Emessa oggi la moneta in argento che celebra la Fiat 500

Stabilimento Fiat di Pomigliano d'Arco si conferma medaglia d'oro

Arriva l'Alfa Romeo Giulia TZ Coupé

Nuovo investimento di 42 milioni a Pomigliano d'Arco. A inizio 2018 l'annuncio dell'arrivo di una Nuova Alfa Romeo

Aggiornamento su Lancia Ypsilon 2018 e non solo...

Alfa Romeo Giulia 2.0 Turbo 48V Mild Hybrid