Alfa Romeo, Fiat, Fiat Professional, Jeep, Lancia, Abarth - Mopar - FCA (Parte Italiana del Gruppo Italo Americano)
.
Seguici su Facebook, Google+, Twitter, Instagram e YouTube @Passione_Auto_Italiane -
Passione Auto Italiane: il primo Web Magazine delle tue passioni dal 9 aprile 2014 - redazionewm@outlook.com (per SPONSOR, Render, Spy, foto, contatti e tutto ciò che riguarda FCA). Il Web Magazine Passione Auto Italiane consiglia il Fiat 500X Club Italia - Passione Auto Italiane su Facebook, Clicca Qui - Seguici in modalità WEB anche su Tablet e Smartphone. Ci stiamo trasferendo su http://www.passioneautoitaliane.it/

lunedì 10 aprile 2017

Alfa Romeo C SUV

Seguici su Facebook 

La rete è sempre scatenata con le libere interpretazioni dei nuovi modelli di tutte le marche che sono in arrivo, o render di pura fantasia.


Qui vediamo un interpretazione di quello che sarà il SUV compatto a marchio Alfa Romeo, che arriverà nel 2019 con produzione a Cassino o Pomigliano.

10 commenti:

  1. Il frontale è da urlo, magari fosse così.

    RispondiElimina
  2. davvero una bella interpretazione di linea per alfa, forse solo un po' troppo sportivo per un Suv, ma probabilmente un giusto compromesso anche per chi ama il segmento della giulietta,in attesa del nuovo modello.

    RispondiElimina
  3. Mi piace tantissimo! Questa sarebbe un'auto da sballo...

    RispondiElimina
  4. Veramente una bella interpretazione per una eventuale "C-suv" dell'Alfa... ovviamente dal pianale "giorgio" accorciato fino a 4,30-35m.
    Secondo me ci sarebbe spazio nel mercato anche per una "B-suv" dell'Alfa, derivata dalla 500x, ma con motori e sospensioni specifici e più sportivi e con linea tipo questo nuovo disegno.
    Certo non ci si dovrà dimenticare delle berlinette sportive, dei Coupé e delle cabrio/spider...

    RispondiElimina
  5. Bella, molto bella.
    Potrei anche tornare a comprare Alfa se mai uscisse un prodotto del genere.
    Riflettevo in questi giorni a quanti danni ha fatto il voler spostare su auto da strada il design della 8C, con quel frontale a fari verticali stile anni '60 che ha reso la MiTo e la Giulietta auto fuori dal coro e, nel caso della Giulietta, han poi fatto di tutto per ritornare sui loro passi.
    Ora, con la Giulia e lo Stelvio, si torna a frontali aggressivi e sviluppati in senso orizzontale, che danno ampiezza al frontale e l'idea di un auto ben piazzata su strada e non un furgoncino alto e stretto.
    Ben fatto. Dimentichiamo Ramaciotti e la sua idea di tornare indietro...
    Beppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace molto ciò che hai detto sullo stile di Giulietta e Mito, Beppe. Hai perfettamente ragione sul fatto che si è cercato di riprendere gli stilemi della 8c Competizione che a sua volta si rifaceva agli anni '60. Con Giulietta non è stato fatto un bruttissimo lavoro ma con Mito il risultato ricorda un auto fumetto, goffa e sgraziata. In effetti Giulia e Stelvio hanno un aspetto più aggressivo anche se meno originale. Se non sbaglio fu proprio la Stelvio l'ultimo lavoro supervisionato da Ramaciotti prima della pensione, quindi si era già redento... ora vorrei vedere cosa farebbe il centro stile con una spider o, meglio ancora, un bel coupè. Spero di non dover attendere troppi anni, ma mi sa che sarà così...

      Elimina
  6. Intrigante.
    Mi piace molto l'anteriore.
    Semaforo verde, per quanto mi riguarda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bene bene...vedo che piace tanto a tutti... che ne ditechiamo Sergione? vedo di convincerlo

      Elimina
    2. Vai Paolo.
      Chiamalo.
      Facci sapere che ti dirà :)

      Elimina
    3. Ragazzi ho sentito Marchionne. Dice che adesso sta preparando la grigliata di pasquetta e di richiamarlo dopo il primo maggio 2020... che dite provo con Altavilla? :) :)

      Elimina