Via la Fiat Panda da Pomigliano, lo stabilimento sarà valorizzato con Alfa Romeo. Non è da escludere Maserati

Facebook-Seguici in modalità WEB-Marelli&Pozzi-AutoSesto 
passioneautoitaliane.it-redazionewm@outlook.com
Render di repertorio

Come già detto nello stabilimento Fiat Chrysler di Pomigliano d'Arco (Napoli), la Nuova generazione di Fiat Panda (2019/20), lascerà le linee produttive per trasferirsi in Polonia. Sergio Marchionne non ha escluso che venga prodotto anche un modello Maserati.


Quel che è sicuro è che Pomigliano tornerà a produrre modelli Alfa Romeo. Marchionne ha confermato che il Suv di grandi dimensioni verrà realizzato a Mirafiori mentre il crossover di segmento C a Pomigliano. Quest'ultimo potrebbe essere affiancato anche dalla Nuova Giulietta, ma, come dice Marchionne è "da valutare in particolare le strategie sulle compatte: vedremo se sostituire la Giulietta con un solo modello che faccia anche da crossover sotto la Stelvio".

Le tempistiche dello spostamento di Fiat Panda, confermano che entro il 2019 arriveranno novità nel segmento C Alfa Romeo, e lo stabilimento passerà da uno a due o più modelli prodotti. Un altro marchio premium da tenere in considerazione è Jeep, ma per ulteriori informazioni aspettiamo gli sviluppi.

Lo stabilimento Campano è stata protagonista di grossi investimenti ed è il momento di valorizzare la struttura con la produzione di vetture premium, saturando la sua capacità produttiva.

Commenti

  1. Quant'è la capacità massima produttiva, dello stabilimento di Pomigliano?

    RispondiElimina

Posta un commento

Controllo dei messaggi

Post popolari in questo blog

Prodotta oggi a Pomigliano d'Arco la milionesima Fiat Panda

Alfa Romeo Giulia si aggiudica il titolo di “Auto dell’Anno 2018” in Nord America

Cosa vedremo prossimamente

Nuovo investimento di 42 milioni a Pomigliano d'Arco. A inizio 2018 l'annuncio dell'arrivo di una Nuova Alfa Romeo

Alfa Romeo Giulia 2.0 Turbo 48V Mild Hybrid

Nel 2019 ricorreranno i 40 anni della Lancia Delta. Si potrebbe almeno fare una nuova Delta? SI! Ecco come...