Facebook - Google+ - Twitter - Instagram - YouTube -
passioneautoitaliane.it - redazionewm@outlook.com - Ambasciatore della parte italiana e popolare di FCA con qualcosa su Jeep


giovedì 16 febbraio 2017

Vendite FCA in Europa: +15,2%. Alfa Romeo +31,4%, Fiat +17,3% e Lancia +2,5%

Facebook-Seguici in modalità WEB-Marelli&Pozzi-AutoSesto 
passioneautoitaliane.it-redazionewm@outlook.com


Aumentando le vendite del 15,2 per cento in Europa a gennaio, Fiat Chrysler Automobiles ottiene ancora una volta un risultato migliore rispetto a quello del mercato (+10,1 per cento). La quota FCA è del 7 per cento, in confronto al 6,6 per cento di un anno fa. Segno positivo per Alfa Romeo (immatricolazioni in crescita del 31,4 per cento), Fiat (+17, 3 per cento) e Lancia (+2,5 per cento). Con una quota insieme del 31,6 per cento, Panda e 500 confermano la loro leadership di lunga data nel segmento A. 500L è la più venduta del suo segmento con quasi il 22 per cento di quota. 500X e Renegade, stabilmente nelle posizioni di vertice del loro segmento, insieme detengono una quota del 12,1 per cento. Continua la crescita della Tipo: ormai nelle primissime posizioni di vendita in Italia, sta crescendo anche in Europa.


Nell'Europa dei 28 più le nazioni aderenti all'EFTA è proseguita anche nell'anno nuovo la forte crescita delle immatricolazioni di Fiat Chrysler Automobiles. Infatti, con circa 83.800 registrazioni, a gennaio le vendite di FCA sono cresciute del 15,2 per cento, valore superiore a quello ottenuto dal mercato, aumentato del 10,1 per cento. La quota - al 7 per cento - è cresciuta rispetto a un anno fa di 0,4 punti percentuali.
Oltre alla crescita registrata in Italia (+12,7 per cento in un mercato cresciuto del 10,1 per cento), FCA ha ottenuto risultati positivi in quasi tutte le principali nazioni europee: in Germania (volumi in crescita del 22,7 per cento in un mercato che ha registrato un aumento del 10,5 per cento), in Francia (+19 per cento rispetto al +10,6 per cento del mercato) e in Spagna (vendite in crescita del 32,2 per cento in confronto al +10,6 per cento del mercato).

In gennaio sono state 63.500 le immatricolazioni in Europa del marchio Fiat, con un aumento del 17,3 per cento in confronto allo stesso mese del 2016. La quota è stata del 5,3 per cento, cresciuta di 0,4 punti percentuali in confronto a gennaio dell'anno scorso.
Oltre al positivo risultato italiano, dove ha aumentato le vendite del 14,5 per cento, in gennaio il marchio ha sensibilmente migliorato le proprie performance in Germania (+25 per cento), in Francia (+24,1 per cento), in Spagna (+41,6 per cento), in Svizzera (+31,4 per cento), in Austria (+20,1 per cento), in Belgio (+22,3 per cento), in Olanda (+19,9 per cento) e in Polonia (+107,5 per cento).
Panda e 500 sono sempre le due vetture più vendute del segmento A - consolidando la leadership indiscussa del marchio Fiat - con una quota, insieme, pari al 31,6 per cento. La Panda, con circa 17.900 immatricolazioni (il 4,8 per cento in più rispetto all'anno scorso) è risultata l'auto più venduta del segmento. Alle sue spalle la 500 con circa 15.700 registrazioni, in aumento rispetto al 2016 del 14,6 percento per cento. Restando all'interno della famiglia 500, sono da segnalare i risultati della 500L che è la più venduta del suo segmento con una quota vicina al 22 per cento. Altrettanto positivo il risultato della 500X, ormai stabilmente tra le più vendute del suo segmento: a gennaio è prima in Italia con una quota del 14,7 per cento, si conferma nella top 5 in Spagna, Belgio e Austria ed è stabilmente tra le più richieste in Europa. In crescita anche la Tipo - che in Italia a gennaio è stata la seconda vettura più venduta del segmento - e che continua ad aumentare i volumi di vendita in Europa.

Lancia/Chrysler in gennaio ha immatricolato quasi 5.900 vetture, il 2,5 per cento in più rispetto all'anno scorso, per una quota stabile allo 0,5 per cento.
Le immatricolazioni della Ypsilon a gennaio sono aumentate del 2,8 per cento in Europa e del 4 per cento in Italia, rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. Questo risultato ha confermato la posizione di leadership del modello nel segmento B in Italia.

L'"effetto Giulia" continua a contribuire sensibilmente ai risultati di Alfa Romeo: a gennaio le immatricolazioni del brand sono state 6 mila - il 31,4 per cento in più rispetto all'anno scorso - per una quota dello 0,5 per cento, in crescita di 0,1 punti percentuali.
Risultati positivi per il marchio in Italia (vendite in crescita del 27,2 per cento), in Germania (+48,4 per cento), in Francia (+2,4 per cento) e in Spagna (+58,6 per cento).

Jeep in gennaio ha immatricolato 7.400 vetture per una quota allo 0,6 per cento. A gennaio Jeep ha aumentato le vendite in Francia: +1,5 per cento.
Tra i modelli, sono da segnalare i risultati ottenuti dalla Renegade - ormai stabilmente tra le top ten del suo segmento - che rispetto a un anno fa ha incrementato le vendite dello 0,8 per cento.

Maserati a gennaio ha immatricolato 995 vetture.

Nessun commento:

Posta un commento

Controllo anti SPAM ATTIVO!!!