La nuova Fiat Punto potrebbe arrivare tra il 2017 e il 2018


PassioneAutoItaliane.BlogSpot.it - Seguici su Facebook Cliccando QUI
(Seguici in modalità WEB anche su Tablet e Smartphone)
Fonte: caradisiac.com

Dopo molti anni di servizio, la Fiat Punto darà il posto alla sua erede. Il marchio italiano la sostituirà con una vettura che sarà dedicata prima al mercato sudamericano. Da noi potrebbe arrivare verso la fine del 2017 e l'inizio del 2018.

La nuova Punto riprenderà i motori della 500L e 500X, mentre per quanto riguarda le dimensione, dovrebbero essere vicine a quelle della generazione corrente. 
Lo stile sarà vicino a quello della sorella maggiore Tipo, come mostrato nel render di caradisiac.com. La nuova Punto avrà solo la versione a cinque porte e potrebbe avere una versione più sportiva.

Progettato per il mercato europeo e sudamericano, lunghezza intorno ai 4,03 m, motori a benzina da 80 a 170 CV, diesel da 95 a 140 CV.

Se i rumors sono veritieri, il piano industriale che prevedeva un nuovo modello per il Sud Amarica e uno nuovo per per il mercato EMEA, è stato rivisto per avere un unico progetto globale per ottimizzare i costi.

Web Magazine Passione Auto Italiane
Facebook, Google+, Twitter, Instagram e YouTube @Passione_AUTO_Italiane
Render, Scoop, Foto, Sponsor, Contatti...: redazionewm@outlook.com

Commenti

  1. Eccola qua la nuova Punto! Ve lo sto dicendo da sempre... Punto Brasile e Punto Europa sono la stessa auto... Una bella low cost di successo. Duna docet!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Punto la faranno sicuro, la presentano a Ginevra 2018, non sarà una low cost, fonti interne a Torino si sono lasciati sfuggire il luogo di produzione e la piattaforma, non sarà una low cost, non hanno intenzione di venderne tante ma di venderne il giusto, quindi non sarà una low cost, ma sarà la base per la nuova piattaforma per i futuri veicoli di segmento B e C, occhio che arriverà quasi in contemporanea con il C-Suv

      Elimina
    2. Mi spiace constatare che i sostenitori di FCA abbiano la stessa mentalità fallimentare della dirigenza. Cosa significa che la nuova Punto non sarà una low cost... che non vuole vendere tanto ma il giusto..??? che pena! La Fiat deve cambiare la testa altrimenti saremo sempre a galleggiare nella melma. Basta mediocrità! Facevamo le migliori auto d'Europa. Ora facciamo solo ridere

      Elimina
    3. La gran parte delle segmento B, non sono low cost, ma sono vendute come tali.
      I margini di guadagno per ogni esemplare venduto, sono risicatissimi, anche per modelli nuovi, visto che le promozioni partono subito.
      Detto questo, una segmento B a marchio Fiat è d'obbligo. Perché Fiat è sempre stata presente.
      Speriamo sia una macchina onesta, gradevole esteticamente e che abbia contenuti, almeno pari alle concorrenti.
      Poi è da capire se vorranno che sarà trendy, quindi un prezzo sopra la media o meno.
      Mi auguro che tra un anno sia nelle concessionarie, il 2018 è veramente troppo lontano. La concorrenza, se fosse il 2018, starà già festeggiando.

      Elimina
    4. Luogo di produzione?

      Elimina
    5. Vendere il giusto significa non rimetterci, la dirigenza FCA tutto è meno che fallimentare, si fanno auto per guadagnare non sono una onluss, con Marchionne la stagione degli sprechi è finita, la Punto costerà il giusto, vendere in perdita solo per mantere quote di mercato equivale a fallire, come è successo a PSA, salvata dallo stato francese.
      Caro paolo b se vuoi la Punto la paghi allo stesso prezzo delle varie clio/polo/corsa/208 e compagnia cantando, se vuoi una low cost fatti una dacia sendero ma lascia stare la Punto che non è un auto per te, visto che sarà in linea con le generaliste e con un prezzo simile alle dirette concorrenti.

      Elimina
  2. Come vi dicevo Marchionne ha accontentato Altavilla con una macchinina pensata per il terzo mondo e centratissima anche in Italia. Finalmente!

    RispondiElimina
  3. Paolo dici sempre cavolate!!! la Punto in Brasile e' un auto premium mentre da noi sara sempre la solita categoria.

    RispondiElimina
  4. Potrebbe arrivare tra il 2017 e il 2018... se tutto va bene nel 2019.... troppo tardi....
    Nel frattempo mi compro la nuova c3 blu cobalto con tetto nero.... altro che la punto brasiliana low-cost come l'attuale (inguardabile) panda con la (bella) uno brasiliana.....
    Lasciamo perdere và....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Punto Brasiliana e' la nostra e per loro e' premium. La Panda non deriva dalla Uno! sempre commenti a vanvera e lodare automobilistiche estere!

      Elimina
    2. ma tu stai parlando proprio di citroen ??? il marchio che ha le auto piu brutte in assoluto .... se ti piace la c3, contento tu

      Elimina
    3. Per me la nuova C3 è un aborto e il blu col nero sta pure male. Ma sei uno che gira coi calzini bianchi nei sandali d'estate, per caso?

      Elimina
    4. @anonimo del 20:27
      La panda europea non deriva dalla brasiliana uno??? Sei un povero ignorante visto che i laminati sono i stessi, stesso taglio e dimensione dei fari posteriori... con l'unica differenza del 3* finestrino e frontale diverso.... gnurantt!!!!

      @santinoit la Citroen ha auto più brutte in assoluto??? Convinto tu... intanto le c4 Picasso e cactus sono le più vendute... eccetto la c1 che é inguardabile.... la new c3 é una novità assoluta nel segmento di auto: una piccola crossover che mi piace un botto! Più bella della cactus a cui é ispirata....
      C3 aborto???? La turca tipo é un aborto.... non parliamo di questo rendering davvero inguardabile.... e non parliamo del super-aborto della 500L living.... e parlate di aborto le citroen???? La c4 Picasso e grand picasso surclassano in bellezza e in tecnologia... buff0n1...

      Elimina
    5. ma daiiiiii !!!! la cactus e un vero è grande flop, nemmeno in Francia non sono capace di venderle.
      La C4 Picasso e la sola macchina valida nella gamma, tutte le altre sono orrende, ma hai gia visto la nuova C3 in versione base ??? e bruttissima

      Elimina
    6. e poi lo sai almeno tutti i guai, e tutti i poveri tizzi che si sono ritrovati a piedi a causa della pessima affidabilita dell cambio robotizatto della C4 picasso.

      Elimina
    7. La Panda e la Uno si assomigliano e basta. La Uno e' più lunga della Panda.. pianali diversi ecc

      Elimina
    8. Esattamente basta informasi

      Elimina
    9. Si infatti la Panda e la Uno si assomigliano e basta. Pianale diversi dimensioni diverse. Su Wikipedia ci sono le dimensioni ed e' stato esplicito che la Panda si e' ispirata alla Uno e basta. Anonimo ha ragione quindi informati prima di dare dell ignorante senza rispetto

      Elimina
    10. PANDA 3,650 UNO 3,770 neanche i motori condividono. Somiglianze nel design e basta. Ha ragione anonimo!!!

      Elimina
    11. Ahahahahahah ancora sta favola della Panda che deriva dalla Uno ahahahahahah ma vi informate prima di dare degli ignoranti agli altri??? Ahahahahahah

      Elimina
    12. Un auto deriva da un altra perché confividono pianale ecc o viene rimarchiata non perché si assomigliano

      Elimina
    13. @santinoit: nessuno comprerebbe un auto versione base base.... ma vai a cag....

      Elimina
  5. @ anonimo delle 16:20
    Che ne sai di queste cose? Lavori in Fiat? Perché racconti balle????

    RispondiElimina
  6. Se non l'avete ancora capito sono un grande appassionato del marchio nonostante le cocenti delusioni. Sono incaxxato nero con Fiat perché ha gettato la spugna. Marchionne ha salvato FCA tanti anni fa ma ora sta solo pensando alla sua pensione. La Punto è da sempre un modello strategico e lo ha fatto morire con disonore. Non lo accetto. Ora siamo costretti a comprare le 208, Yaris, Clio, A1, C3, Festa, i20, Corsa, Polo...(possibile che tutte queste case non guadagnino...?) La nuova Punto non potrà competere con loro perché ormai ha perso la faccia. Resta solo più la strada del Low cost. Con Dacia magari ce la giochiamo. Ma è assurdo essere caduti tanto in basso. Cari anonimi, possibile che solo io metta un nome ed idee diverse? Mi sembra che vi siate addormentati tutti. Poveri voi e povera FCA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Paolo B. sono almeno 8 anni che la Punto non può competere con le rivali estere che citi (e si, sono quasi tutte in pareggio o in perdita - e chi guadagna lo fa con margini comunque ridicoli). La Punto è stata un innegabile successo, in Italia. Un flop all'estero. La Fiat non vuole più produrre auto solo per il mercato italiano e poco più, vuole trovare la sua strada in Europa e nel mondo e per questo serve un progetto diverso da quanto fatto in passato per trovare la propria nicchia anche in paesi come la Germania la Francia e l'Inghilterra. Le strade sono due: una low cost ben fatta stile nuova Tipo, con ottimo rapporto qualità prezzo. Oppure un'auto sfiziosa che punti a bissare (o almeno andarci vicino...) il successo della 500. Non ho ancora capito quale delle due strade si vogliano seguire, ma sicuramente scordati un clone di Fiesta, Clio e Polo perchè se lo facessero avrebbero già perso in partenza. Ci vuole qualcosa di diverso ed il successo della Tipo lo dimostra.

      Elimina
    2. Ok capisco il tuo ragionamento. Sono conscio che sul segmento B popolare le case guadagnino poco o niente ma credo che produrre un modello in 100k all'anno con pochissimo margine sia già un successo visto che si dà lavoro ad un sacco di persone invece di metterle in cassa integrazione o peggio. Credo che la nuova Punto debba essere una low cost, l'immagine di Fiat attuale non consente altro. Sei comunque sicuro che Tipo venda bene anche nel resto d'Europa. Hai i dati di vendita? Io penso che le Fiat low cost vadano bene per mercati a basso reddito come Brasile, Turchia, Ucraina ed ovviamente Italia. Detto ciò il problema è che ci stanno ancora pensando (che detto in marchionnese significa "scordatevi i soldi per questa macchina") Quindi secondo me a Ginevra 2018 non vedremo altro che un bel restyling dei colori della Panda per farla durare altri 15 anni....

      Elimina
    3. Voi non avete capito nulla su cosa propone Fiat, la Tipo non è una Low cost in quanto la SW 1.6 mjet ben equipaggiata sta sui 25000 euro e di low cost non ha nulla a che vedere, avere una buon rapporto come qualità/prezzo non significa essere low cost, per chi dice che in Europa la Fiat è vista come una low cost allora la 500, 500L, 500X e la 124 Spider cosa sono?, La Panda non è una Low Cost vai a prendere una Panda 4x4 e vedi se è una low cost, la Dacia è una low cost, non Fiat, credere che Fiat non possa competere con gli altri perchè non ha la tecnologia è una stupidaggine come quando dicevano che Alfa non può competere con BMW, la differenza è che sulla segmento B FCA non vuole perdere soldi, e quindi sta vagliando diverse soluzioni, ma una cosa è sicura Fiat non fa auto low cost, e se mai le farà userà il marchio Innocenti come ha fatto in passato, sulla nuova punto sarà un auto dal costo giusto allineato alla concorrenza, se volete una low cost compratevi una dacia.

      Elimina
  7. ....ma perchè pensate che il termine low cost sia offensivo? Mi sembra che Dacia guadagni pure.... La vecchia 500, auto magnifica, non era in fondo una low cost? Dava molto a basso prezzo. Il problema è che il marchio Fiat ormai ha perso definitivamente immagine e non può permettersi di chiedere per una segmento B le cifre degli altri costruttori, soprattutto i tedeschi. Io spero invece che Fiat riesca a credere in se stessa, visto che ha le capacità e tiri fuori un modello rivoluzionario come furono 127 o Uno. Dai Fiat credi in te stessa tira fuori le palle e svegliati!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fiat non ha perso immagine, infatti ci sono auto come la 500, la 500X e la 124 che sono auto che danno immagine, non è difficile da capire, anche la Mini negli anni 60 era una low cost, ma in BMW l'hanno fatta diventare una premium, stessa cosa è successa con la Fiat 500, che come ribadisco è un auto che da immagine e ne da tanta, altro che low cost.
      Quanto alle low cost anche qui continui a non capire le Dacia Logan e Sendero sono auto fatte su base Clio 2, con piattaforma di 10/15 anni fa e con materiali di scarsa qualità e si che sono auto low cost, mentre da Fiat pretendi auto moderne al prezzo di una low cost, è questo quello che non riesci a capire, parlare di low cost a casaccio senza sapere minimamente cosa sia una low cost, questa strategia la Fiat la faceva negli anni 90 quando importava i modelli brasiliani e li brandizzava con il marchio Innocenti in Italia, renault si è limitata a copiare solo che lo fa su scala europea con la Dacia, continuare a parlare di low cost senza senso è come continuare a dire stupidaggini.

      Elimina
  8. .....bello continuare a pensare che Fiat sia una gran figona. Peccato che il mercato la stia smentendo. Io sono uno dei pochi fiattari che prova a criticare. Tu continua pure ad illuderti. Ci vediamo fra un paio d'anni quando Lancia sarà sparita, la nuova Punto non sarà ancora arrivata e la gamma Alfa sarà limitata a Stelvio e Giulia. Se sarà diverso mi inginocchierò davanti a tutti voi. Per ora lasciami gridare sveglia FCA!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo un po' tutto questo pessimismo stufa! Abbiamo capito che vedi nero ovunque anche dove ci sono spiragli di luce. Chi vivrà vedrà!

      Elimina
  9. Dacia è una low cost su un pianale vecchio.... in compenso Tipo prende 3 stelle nei crash test.... dunque una vera premium.....
    Sveglia FCA caxxooooo!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Fiat non ambisce ad essere una Premium e non lo è mai stata: per quello c'è Alfa, 5 stelle! Che poi, le 5 stelle le puoi avere solo con un'auto infarcita di elettronica! E poi l'auto è davvero più sicura? Alcuni sistemi funzionano solo se la segnaletica orizzontale e verticale è ben tenuta: non mi sembra il caso dell'Italia. L'Autopilot di Tesla in alcuni casi ha fallito!

      Elimina
    2. Ancora con questa storia delle 3 stelle date alla Tipo.
      Basta che avesse montato il pack safety e per magia ottiene 4 stelle.
      Vorrei ricordare che la struttura e indentica per entrambe le Tipo testate e da quello che si vede nei filmati, ha retto più che dignitosamente.
      In più negli utlimi anni, hanno un po' inasprito le valutazioni.
      Auto che 3-4 anni fa, sono riuscite a prendere le 5 stelle, ora arriverrebbero a 4 o 3 come la Tipo.
      Ultimo esempio, la Renegade testata nel 2014, ha preso 5 stelle, la 500X, che ricordo condivide tutto (pianale, motori, ecc.), testata lo scorso anno, prese 4 stelle.

      Elimina
  10. Bene bene.... contento di avervi stuzzicato coi miei commenti. Non credo sia mai capitato su questo forum di avere 35 risposte in un articolo. Ora vi lascio esortando ad essere un po'più critici verso una azienda che ha troppo dormito e troppo concesso ai sindacati e che deve imparare a credere di più in se stessa. Io comunque ho avuto una 20ina di auto fino ad oggi, tutte italiane. Vi consiglio inoltre di scegliervi un nick name almeno vi date una identità virtuale e potete divertirvi di più. Buon proseguimento.

    RispondiElimina
  11. Più che stuzzicato direi innervosito

    RispondiElimina

Posta un commento

Controllo dei messaggi

Post popolari in questo blog

Prodotta oggi a Pomigliano d'Arco la milionesima Fiat Panda

Alfa Romeo Giulia si aggiudica il titolo di “Auto dell’Anno 2018” in Nord America

Cosa vedremo prossimamente

Nuovo investimento di 42 milioni a Pomigliano d'Arco. A inizio 2018 l'annuncio dell'arrivo di una Nuova Alfa Romeo

Alfa Romeo Giulia 2.0 Turbo 48V Mild Hybrid

Nel 2019 ricorreranno i 40 anni della Lancia Delta. Si potrebbe almeno fare una nuova Delta? SI! Ecco come...