Facebook - Google+ - Twitter - Instagram - YouTube -
passioneautoitaliane.it - redazionewm@outlook.com - Ambasciatore della parte italiana e popolare di FCA con qualcosa su Jeep


venerdì 30 settembre 2016

Il caso Fiat Punto spigato da Alfredo Altavilla, oltre l'ottima performance di Giulia e....


PassioneAutoItaliane.BlogSpot.it - Seguici su Facebook Cliccando QUI
(Seguici in modalità WEB anche su Tablet e Smartphone)

In un intervista a Quattroruote Alfredo Altavilla, chief operating officer della regione europea per il gruppo FCA, dichiara: "Alla fine di settembre supereremo leggermente l'obiettivo che ci eravamo dati per tutto l'anno con l'Alfa Romeo Giulia in Italia. La quota di mercato sul segmento delle berline premium è di tipo bulgaro: in questo mese dovrebbe attestarsi all'80% in Italia". "Ottima anche l'accoglienza all'estero: ci fa piacere, perché eravamo convinti che fosse difficile imporsi all'attenzione fuori dal mercato domestico. Il 40% degli acquirenti è rappresentato da vecchi alfisti, il 60% proviene da altri marchi", un fatto "ancor più importante al di fuori dell'Italia".


Altavilla, secondo cui la produzione a Cassino procede "a manetta", indica che sono buone anche le indicazioni dalla famiglia Tipo, mentre c'è ancora cautela sull'eventuale erede della Punto: "Bisogna fare ragionamenti pragmatici e vedere se i soldi che s'investono in nuovi modelli poi tornano effettivamente a casa".

Per quello che riguarda l'andamento del mercato italiano nei prossimi mesi, Altavilla si è detto "assolutamente soddisfatto per il trend delle vendite".

Web Magazine Passione Auto Italiane
Facebook, Google+, Twitter, Instagram e YouTube @Passione_AUTO_Italiane
Render, Scoop, Foto, Sponsor, Contatti...: redazionewm@outlook.com

9 commenti:

  1. Le dichiaraziono di Altavilla sono (purtroppo) condivisibili. Però considerando il successo della Tipo...
    La nuova Punto potrebbe essere realizzata tranquillamente secondo la filosofia della Tipo, producendola in Serbia (saturarando le linee di produzione) e utilizzando il pianale della 500L e condividendolo (insieme ai costi) con un'altra casa automobilistica.
    Oppure semplicente adattare le linee in Serbia per la Punto brasiliana (ovviamente dipende come sarà esteticamente).
    PS Secondo il mio modesto parere, eh... ;)

    RispondiElimina
  2. se siamo pragmatici ... una nuova punto serve, eccome

    RispondiElimina
  3. Come sono pragmatici....
    Se come dicono Altavilla e Marchionne sul basso guadagno sulle segmento B, altre case automobilistiche non avrebbero fatto nuovi modelli di segmento b tipo c3 , micra, swift e a breve i nuovi fiesta, polo ecc ecc.
    Questa é la dimostrazione che Altavilla e Marchionne non hanno attributi a rischiare a fare auto.... ormai nessuno crede più in fca....
    Solo i f3ssi possono continuare a comprare la punto street/young tecnologicamente e meccanicamente vecchia di 12 anni....
    Credo che ci importeranno la punto brasiliana di bassa qualità come world car low cost vista la tircheria degli Agnelli....
    Fca da insulto....
    Ps: a vedere foto spia della punto montano lampedine alogene e ho detto tutto!

    RispondiElimina
  4. Lancia Delta S42 ottobre 2016 12:48

    Altavilla è competetene e appassionato di motori, ma è succube del finanziere e ignorante in materia, marchionne. Altavilla avrebbe già messo in produzione la Nuova Punto e tante altri modelli. Probabilmente ci sarebbero già le ibride e le elettriche. I contrasti passati con "maglionne" lo dimostrano.

    RispondiElimina
  5. Spero che maglionne andrà presto in pensione.... e Altavilla sarà a.d. fca....

    RispondiElimina
  6. Non capisco nemmeno io, come sia possibile stare fuori da un segmento così importante in Europa.
    La redditività sarà anche bassa, ma è un segmento di vitale importanza ed il continuo susseguirsi di presentazioni da parte della concorrenza, ne è la dimostrazione.
    Dopo la Micra, vedremo la nuova Ibiza, la nuova Polo, la nuova Fiesta. E' impensabile che siano tutti pazzi e solo FCA, stia facendo la cosa giusta.
    Fa tristezza vedere Fiat senza un degno segmento B a listino, quando fino a pochi anni fa è sempre stata una delle case da seguire. Tutta la concorrenza è avanti oltre una generazione.
    Quante auto vogliono far vendere alla concorrenza, senza intervenire?
    Avrebbero potuto condividere il pianale con Mazda che ha fatto la Mazda 2, già un paio di anni fa, visto che hanno iniziato la collaborazione per la 124 Spider, sarebbe stato perfetto.

    RispondiElimina
  7. Purtroppo il Brand Fiat è destinato ad essere chiuso come ho già detto. A meno che il grande Sergio non vada in pensione ed Altavilla prenda in mano le sorti del glorioso marchio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che venga chiuso la vedo difficile.
      Su che basi dici ciò?
      Se fosse vero, che senso avrebbe aver fatto debuttare 500X, gamma Tipo, 124 Spider, ecc.
      Si sarebbe fatto molto prima a lasciare morire i modelli ancora a listino (pochi) e basta.

      Elimina
  8. Marchionnnne in pensionnnne !
    Please!

    RispondiElimina

Controllo anti SPAM ATTIVO!!!