Le sfide di Marchionne. Lo Stelvio sarà prodotto a Cassino. Cresce la produzione FCA in Italia


PassioneAutoItaliane.BlogSpot.it - Seguici su Facebook Cliccando QUI

Le sfide di Marchionne sono: Alfa Romeo, ricerca del terzo alleato e di un socio industriale, vendita a Samsung di Magneti Marelli.

Notizia positiva per gli operai di Cassino: oltre a Giulia, la cui produzione è in corso, la fabbrica sfornerà anche Stelvio, che beneficerà della stessa piattaforma della berlina. Il Suv sarà presentato all'Auto Show di Los Angeles, in novembre. La nuova scommessa sul Biscione, dunque, continua, e a fine agosto si dovrebbero conoscere i dati di vendita della berlina Giulia. Fim-Cisl evidenzia come, con Giulia, Maserati Levante e quindi con Stelvio, la percentuale di auto di fascia medio alta prodotte crescerà, nel secondo semestre, dal 58% del 2015 al 62%, rispetto al 20% rappresentato nel 2012. Modelli di questa categoria significano più margini per l'azienda. «A Cassino - commenta Ferdinando Uliano, segretario nazionale Fim-Cisl - si prospetta un secondo semestre di piena occupazione». Il sindacato quantifica in 4.678 le Giulia prodotte al 30 giugno, mentre le Giulietta realizzate, sempre a Cassino, nei primi sei mesi, sono 36.473 rispetto alle 45.668 dell'intero 2015.

La ricerca di un alleato. Tutti i «big» hanno risposto picche a Marchionne. A questo punto, tutto fa prevedere che a chiudere il cerchio, sarà il presidente John Elkann, una volta che Marchionne avrà lasciato l'incarico di ad nella primavera del 2019.

La possibile vendita di Magneti Marelli a Samsung, dovrebbe essere definita entro l'anno. Fca ha un gran bisogno di denaro fresco (l'operazione Marelli varrebbe circa 2,7 miliardi) per abbattere il debito e soprattutto per affrontare gli investimenti relativi allo sviluppo di motori elettrici, ibridi e sulla guida autonoma. E se l'accordo su Marelli, visti i buoni rapporti tra Elkann e il vicepresidente di Samsung, Lee Jae Yong, che siede nel board di Exor, sfociasse in una partnership industriale con Fca o in qualcosa di più? Per Dodge Dart e Chrysler 200 (che stanno per uscire di produzione) si cerca un partner. I cinesi di Gac, già soci di Fca, potrebbero sfruttare l'occasione per entrare nel mercato statunitense.

Soddisfatto il sindacato Fim-Cisl, il cui segretario nazionale Uliano ha fatto il punto sul primo semestre: «Le nostre scelte su Fca - afferma - sono risultate determinanti per l'andamento del settore e l'occupazione. Tra gennaio e giugno, con più di 525mila tra auto e furgoni, è stata quasi raggiunta la produzione del 2014». La stima Fim-Cisl per il 2016 è di 720mila unità prodotte in Italia, oltre un milione se si considerano anche i veicoli commerciali.

Web Magazine Passione Auto Italiane
Facebook, Google+, Twitter, Instagram e YouTube @Passione_AUTO_Italiane

Render, Foto, Sponsor, Contatti...: redazionewm@outlook.com

Commenti

Post popolari in questo blog

Prodotta oggi a Pomigliano d'Arco la milionesima Fiat Panda

Il "Pandone" di Fiat

La divisione interna a Fiat per un erede della Punto e l'ostacolo per far arrivare la Argo in Europa

Emessa oggi la moneta in argento che celebra la Fiat 500

Stabilimento Fiat di Pomigliano d'Arco si conferma medaglia d'oro

Arriva l'Alfa Romeo Giulia TZ Coupé

Nuovo investimento di 42 milioni a Pomigliano d'Arco. A inizio 2018 l'annuncio dell'arrivo di una Nuova Alfa Romeo

Aggiornamento su Lancia Ypsilon 2018 e non solo...

Alfa Romeo Giulia 2.0 Turbo 48V Mild Hybrid