Facebook - Google+ - Twitter - Instagram - YouTube -
passioneautoitaliane.it - redazionewm@outlook.com - Ambasciatore della parte italiana e popolare di FCA con qualcosa su Jeep


martedì 30 agosto 2016

Dichiarazioni di Sergio Marchionne sull'industria dell'auto e Magneti Marelli


PassioneAutoItaliane.BlogSpot.it - Seguici su Facebook Cliccando QUI

Le quattro ruote hanno bisogno di un cambio di passo. "L'attuale modello dell'industria dell'auto non è sostenibile senza un consolidamento". Queste le parole dell'ad di FCA, Sergio Marchionne, parlando agli studenti della Luiss durante la cerimonia di premiazione della Rotman European Trading Competition.

"Il cambiamento e la velocità con cui si realizza, sono la vera chiave di lettura di un'epoca in cui le certezze consolidate sono spazzate via in un attimo e in cui i modelli di business, ai quali siamo stati abituati per decenni, di colpo non sono piu' valid. In nessun settore è stato così evidente come in quello automobilistico".

"Un'industria con un track record così modesto deve rendersi conto che è imperativo cambiare il proprio modello di business. Le grandi Case automobilistiche in particolare devono capire che è necessario una mutazione radicale del modello operativo e che la loro indipendenza non è più sostenibile. Per questo più di una volta ho auspicato un consolidamento dell'industria come la soluzione più logica ai problemi sistemici del settore automobilistico".

"Non abbiamo mai messo in vendita Magneti Marelli, ma nel medio e lungo termine probabilmente il suo futuro sarà altrove, nel frattempo fino a quel momento l'importanza di Marelli per Fca è essenziale". Queste le parole di Marchionne parlando dell'ipotesi di una cessione alla Samsung della Magneti Marelli, controllata del gruppo.


“Non siamo interessati a una semplice vendita della Magneti Marelli, che per noi ha un valore strategico” ha affermato Sergio Marchionne un paio di giorni fa a Roma, dove ha incontrato la stampa in occasione di una sua lezione agli studenti della università Luiss. La frase potrebbe apparire come una smentita delle volontà della FCA di vendere la sua azienda specializzata in componentistica elettrica ed elettronica. In realtà quella espressione “semplice” si cela un proposito ben più articolato e che lascia intravedere prospettive diverse. Marchionne ha infatti anche detto che la Magneti Marelli “sta lavorando per la fornitura di una importante piattaforma per lo sviluppo tecnologico”. Per il gruppo Fiat Chrysler la Magneti Marelli è una realtà troppo implicata nell’attività di sviluppo dei veicoli per pensare di venderla come una qualsiasi altra parte del gruppo. 

L’operazione Magneti Marelli porterebbe al gruppo FCA una massa di quattrini molto utile per la realizzazione dei programmi per i prossimi anni, che passano dalla riduzione del debito (4,7 miliardi di euro). Nasce quindi dalla combinazione di questi due elementi il disegno di Marchionne: trovare un partner che sia interessato alle attività della Magneti Marelli, ma che accetti di non procedere a una acquisizione pura e semplice ma sia disposto a partecipare a una qualche forma di partnership con la FCA. Questo affinché quest’ultima possa continuare a utilizzare le competenze della società italiana, che come noto è tra i leader mondiali in tema di impianti di illuminazione, tecnologia per i motori, dispositivi di assistenza alla guida. 

È in questo quadro che ha assunto e assume rilievo l’ipotesi dell’accordo con la coreana Samsung Electronics che starebbe trattando con FCA per avere la Magneti Marelli. Perché se è vero che Marchionne ha anche affermato che sono in diversi a volere la Magneti Marelli, è anche vero che l’ipotesi Samsung presenta alcuni aspetti che la rendono la più credibile. La Samsung notoriamente è la maggior rivale della Apple nel settore dell’elettronica di telecomunicazione, e non è una novità che come la concorrente californiana anche la Samsung pensa al settore automotive nelle sue più recebnti declinazioni. Agganciare una realtà come la Magneti Marelli sarebbe un ottimo modo per attrezzarsi in questa strategia.  

La presenza comune di Marchionne e Lee Jae Yong, vicepresidente della Samsung Electronics nel consiglio di amministrazione della Exor, la finanziaria di casa Agnelli che detiene il pacchetto azionario di controllo della FCA pesa sul fatto che Samsung e FCA siano in trattativa. Da questa presenza comune possono nascere le idee e le soluzioni formali per individuare la forma di partnership che soddisfi le necessità delle due parti, quella italo americana della FCA e quella coreana della Samsung. E le ultime indiscrezioni parlano di un progetto di alleanza nell’ottica dello sviluppo comune delle nuove tecnologie automobilistiche. 

Infine, l'esordio dell'Alfa Romeo Stelvio, potrebbe essere al Salone di Parigi a ottobre, o a novembre al Salone di Los Angeles. Lancio sul mercato tra gennaio e febbraio 2017. 

Web Magazine Passione Auto Italiane
Facebook, Google+, Twitter, Instagram e YouTube @Passione_AUTO_Italiane
Render, Foto, Sponsor, Contatti...: redazionewm@outlook.com

Nessun commento:

Posta un commento

Controllo anti SPAM ATTIVO!!!