venerdì 29 luglio 2016

Il punto su A36 e A35


Seguici Cliccando QUI

L’A36 è l’autostrada nata per collegare Varese e Bergamo. Sono previsti sconti sui pedaggi, eliminazione dei caselli, maggior trasparenza sullo stato dei lavori e la volontà di completare integralmente l’autostrada: sono le priorità del neo-presidente di Autostrada Pedemontana Lombarda, Antonio Di Pietro.


Di Pietro conferma che l’ultimazione dell’A36 nella sua interezza non è in discussione, bensì “s’ha da fare”. L’auspicio è di arrivare al completamento entro il 2021. Per farlo, l’ex ministro intende instaurare un dialogo trasparente sull’evoluzione dell’opera e muoversi per step o, meglio, per tratte. Nello specifico comunica di ultimare i lavori, attualmente in corso, nella tratta B1 e di predisporre il piano finanziario, vero nodo della questione, per le tratte restanti, dove i cantieri non sono ancora iniziati.

In parallelo, sull’unica parte ad oggi percorribile dell’autostrada, è già previsto lo sconto del 50% sui pedaggi a chi utilizza Conto Targa o Telepass e supera la soglia mensile dei pedaggi (info sul sito della società). La promozione, attiva già ora e valida fino al prossimo settembre, vuole “premiare” gli habitué e promuovere le modalità di pagamento automatiche. Che si allacciano al discusso tema delle free flow, ovvero all’eliminazione dei caselli. “Le free flow restano tra le nostre priorità”, dichiara Di Pietro. 

Brebemi 

Sulla A35 Brebemi è stato registrato un aumento del traffico che, nel primo semestre 2016, è cresciuto del 40% rispetto al corrispondente periodo del 2015. Ora, la società, parla di una “imminente conclusione dell’iter amministrativo di approvazione del progetto di realizzazione della Interconnessione A35/A4”. Il raccordo con la Milano-Venezia, la cui assenza oggi penalizza fortemente il traffico della Brebemi. Verrà assicurato l’ampliamento a due corsie per senso di marcia dei 6 km di raccordo che collegano la Brebemi alla Tangenziale sud di Brescia, e la realizzazione di una barriera di pagamento in corrispondenza dell’innesto con l’autostrada A4. Con questo intervento si prevede un aumento dei passaggi delle auto dalle 16.000 unità mensili di giugno 2016 a 26.000 nel 2017. Resta però un’ultima opera in sospeso: il raccordo che unirà la A4 con la Brebemi e con la A21. 

Sulla A35 non ci sono aree di servizio. La società Autogrill si è tirata indietro. Ma, spiegano alla Brebemi, a settembre verrà avviata la progettazione e realizzazione delle due aree di servizio Adda Nord e Adda Sud, la cui consegna sarà contestuale alla entrata in esercizio della interconnessione, prevista per l’estate del 2017. A gestire le aree, la Chef Express del Gruppo Cremonini per quanto riguarda la ristorazione, e la Socogas di Parma per i carburanti.

Web Magazine Passione Auto Italiane: Seguici cliccando qui
Facebook, Google+, Twitter, Instagram e YouTube @Passione_AUTO_Italiane
Render, Foto, Sponsor, Contatti...: redazionewm@outlook.com

Nessun commento:

Posta un commento

Controllo anti SPAM ATTIVO!!! Spam e offese vengono eliminati in automatico!!!