Abarth protagonista alla Cesana-Sestriere

Seguici Cliccando QUI

Quest'anno sarà il marchio Abarth il protagonista assoluto della 35esima "CESANA-SESTRIERE - Trofeo avv. Giovanni Agnelli" e della sesta edizione della "CESANA-SESTRIERE EXPERIENCE - Memorial Gino Macaluso", grazie alle iniziative sviluppate recentemente dal brand sotto la denominazione "Abarth Classiche" (www.abarthclassiche.com). Il progetto, nato lo scorso novembre con l'inaugurazione delle Officine di restauro e certificazione presso le Officine Abarth di Mirafiori (Torino), raggruppa una lunga serie di operazioni nel mondo del motorismo storico, tra le quali spicca la "Coppa Abarth Classiche Selenia", di cui la cronoscalata delle montagne olimpiche costituisce il terzo appuntamento stagionale.


La "Coppa Abarth Classiche" è un campionato riservato alle Abarth e Fiat Abarth che si articola su 5 appuntamenti: 4 cronoscalate e una gara finale in pista. In dettaglio, le quattro corse in salita sono la Pieve Santo Stefano-passo dello Spino (15 maggio), la Cefalù-Gibilmanna (26 giugno), la Cesana-Sestriere (10 luglio) e l'Alpe di Nevegal (31 luglio); il finale in pista, l'11 settembre, si svolgerà sul circuito di Vallelunga. Insomma, si rinnova lo spettacolo di un tempo con le automobili storiche che gareggiano nelle competizioni di Aci Sport. Dopo le prime due gare sono al comando delle classifiche il lombardo Mario Tacchini su Fiat Ritmo Abarth 125Tc e la ligure Gina Colotto, su Formula Abarth. In occasione della terza tappa della Coppa Abarth Classiche, Eris Tondelli, campione della specialità negli anni 70, guiderà la nuova Abarth 595 come apripista della manifestazione. 

Alla Cesana-Sestriere "Abarth Classiche" avrà un'area di ospitalità nel paddock di partenza, nella quale sarà possibile aderire a The Scorpionship (www.scorpionship.abarth.com), l'unica community ufficiale Abarth per vivere da protagonista il mondo dello Scorpione. Inoltre si potranno ammirare la nuova Abarth 595, l'evoluzione dell'icona Abarth che, dal 2008 a oggi, ha conquistato appassionati a livello globale, e il nuovo Abarth 124 spider, che incarna perfettamente i valori cardine del marchio: prestazioni, ricerca dei dettagli ed eccellenza tecnica. 

Abarth infine fornirà agli organizzatori dell'Automobile Club Torino anche cinque nuove Abarth 595 per le staffette di servizio lungo il percorso e due vetture da competizione della Collezione di FCA Heritage, sviluppate all'epoca proprio con la consulenza tecnica della Casa dello Scorpione: una Lancia Rally 037 stradale e una Lancia Delta Integrale 16V ufficiale.

I servizi che l'Abarth dedica ai collezionisti di auto storiche del marchio non si limitano solo alle competizioni: in particolare, nel cuore pulsante dell'attività di elaborazione dei modelli di serie e del racing, le Officine Abarth di Torino, è stato allestito uno spazio di circa 900 metri quadri dedicato al restauro delle Abarth storiche dei clienti. Restauri accurati e fedeli, grazie anche alla  documentazione che è stata recentemente catalogata, digitalizzata e che comprende i disegni tecnici, indispensabili per mantenere la conformità rispetto all'originale e ottenere la certificazione di autenticità dei componenti meccanici quali motore, cambio, scarico e sospensioni. 

Web Magazine Passione Auto Italiane: Seguici cliccando qui
Facebook, Google+, Twitter, Instagram e YouTube @Passione_AUTO_Italiane
Render, Foto, Sponsor, Contatti...: redazionewm@outlook.com

Commenti

Post popolari in questo blog

Alfa Romeo Giulia si aggiudica il titolo di “Auto dell’Anno 2018” in Nord America

Cosa vedremo prossimamente

Prodotta oggi a Pomigliano d'Arco la milionesima Fiat Panda