Facebook - Google+ - Twitter - Instagram - YouTube -
passioneautoitaliane.it - redazionewm@outlook.com

mercoledì 15 giugno 2016

Nuovo Fiat Talento, Fiorino, Fullback, Ducato e Doblò


Seguici Cliccando QUI

Il 2016 è l'anno chiave in cui emergerà appieno l'offerta "full liner" di Fiat Professional, un brand in continua evoluzione che è pronto ad affrontare sfide decisive con assolute novità di prodotto, un nuovo approccio ancor più orientato al cliente e la determinazione ad aprire nuove strade nel mercato globale.
Del resto, Fiat Professional è il primo marchio "born to be professional", interamente dedicato ai clienti del trasporto leggero, che può vantare oltre cento anni di storia e un eccezionale bagaglio di esperienza nel mondo dei veicoli commerciali. Il tempo ha consolidato le competenze senza intaccare l'entusiasmo per la sfida e il continuo sviluppo, senza infondere timori verso il cambiamento.

L'approccio è quello di professionisti che si rivolgono ad altri professionisti, con soluzioni innovative di business mirate, grazie a un'offerta sempre più ricca. Completamente rinnovata in appena due anni, oggi la gamma di Fiat Professional è la risposta giusta a qualunque missione di trasporto in quanto copre tutti i segmenti; propone ogni tipo di carrozzeria, portata e volume; offre una completa scelta di varianti di passo, lunghezza e altezza; e vanta motori ad alta efficienza e con diverse alimentazioni (benzina, gasolio, GPL e metano). In più, il marchio pone una grande attenzione alle "specialties", come il trasporto persone e il mondo dei veicoli trasformati.

Dunque, si tratta di un approccio sempre più rivolto al cliente, una nuova prospettiva nel presentare la gamma, dedicata alle loro professionalità e alla crescita del loro business. Fiat Professional, l'unico brand di veicoli commerciali con un team interamente dedicato a questo business,  supporta i propri clienti con soluzioni professionali di mobilità per ogni tipo di lavoro e per il tempo libero.  In sintesi: professionisti che supportano una community di professionisti, che ogni giorno portano a termine le proprie missioni, con successo e orgogliosi del loro lavoro.


Il prodotto-simbolo di questa fase di rinnovamento è il pick-up Fullback che consente al marchio sia di giocare in un territorio totalmente nuovo, sia di compiere un passo chiave nella crescita globale di Fiat Professional. In particolare, i pick-up sono uno dei segmenti più importanti nell'area EMEA che vale il 22% del mix vendita dei veicoli commerciali. Un valore medio che in Europa si attesta intorno al 6%, con un trend in crescita, mentre in Africa e Middle East arriva addirittura al 70%.





Fullback nasce da una partnership - basata su una piattaforma tecnica di assoluto e provato valore - ed è costruito su un'architettura body-on-frame che garantisce portata, capacità e resistenza a sforzi molto intensi, come quelli di un percorso fuoristrada a pieno carico. Dunque, come si evince dal nome, un "player" dinamico che aprirà nuove strade: nel rugby e nel football americano, infatti, il fullback è l'ultimo uomo che si contrappone all'avversario, ma anche il primo a ripartire per cercare la meta. Il Fullback deve essere duttile per ogni situazione: robusto e affidabile per giocare la fase difensiva, veloce ed esplosivo per rilanciare l'azione in attacco. Perfettamente allineato alla migliore concorrenza in termini di configurazioni, dimensioni e motori, il pick up "Fullback" è il nuovo "Work Hero" di Fiat Professional.






Al suo fianco si schiera il Talento che, grazie alle sue generose capacità di carico, è il compagno ideale del professionista nei suoi percorsi urbani ed extra urbani. Si contraddistingue per la sua grande versatilità e per l'abilità di adattarsi alle diverse esigenze dei clienti, e per un nome dalla forte valenza simbolica che evoca sia le innate doti del mezzo sia il concetto di valore tramite il riferimento alla moneta, come da tradizione del brand Fiat Professional. Nasce così un veicolo funzionale che valorizza il lavoro, il tempo e il denaro dei professionisti, e si concentra sulle loro reali esigenze. Il Talento è quindi il punto di raccordo tra il Doblò Cargo e il Ducato e consente a Fiat Professional di coprire nuovi volumi e lunghezze di carico, e di competere nel segmento 2P con passi di dimensioni ideali.







Altra novità della gamma è il nuovo Fiorino, l'evoluzione del modello che ha inventato il segmento degli small van. Rinnovato nel design, esterno e interno, il nuovo veicolo di Fiat Professional è perfetto per l'utilizzo cittadino grazie alle dimensioni compatte che lo rendono agile nel traffico e facile da parcheggiare, senza però rinunciare alla notevole capacità di carico fino a 2,8m3 e portata fino a 660 Kg. Inoltre, il nuovo Fiorino è ai vertici della sua categoria per prestazioni, costo di gestione, comfort e funzionalità.




Completano la squadra di Fiat Professional il Ducato e il Doblò Cargo. Il primo è il best sellers del marchio che in 35 anni, con le sue 6 generazioni, è stato scelto da oltre 2,9 milioni di clienti. Senza contare che sono oltre 600.000 le famiglie che oggi viaggiano con un camper su base Fiat Ducato, che da anni è assoluto leader del settore e punto di riferimento della categoria: oltre il 75% dei camper in circolazione è su base Ducato. Per continuare a giocare un ruolo da protagonista, nel 2014 il modello si è rinnovato per rispondere alle nuove esigenze dei clienti offrendo più tecnologia, più efficienza e più valore. Oggi nuovamente ne riparliamo per la nuova gamma di motori Euro6 con tecnologia LPEGR e SCR a seconda della mission del veicolo.

Non ultimo, il Doblò Cargo che propone la gamma più ampia del segmento che spazia dai van ai veicoli speciali, fino alle versioni convertite per usi specifici. Erede di un modello vincente - dal 2000 a oggi è stato scelto da oltre 1 milione e 675mila clienti -  il veicolo punta a consolidare la propria posizione in questa fascia di mercato che rappresenta circa il 25% del totale europeo dei veicoli commerciali leggeri. Tra le sue peculiarità si segnalano la capacità di carico (fino a 5,4 m³) e la portata utile (fino a 1 tonnellata) che sono al top della categoria, oltre all'adozione di esclusive sospensioni Bi-link e una gamma motorizzazioni Euro6 completa (turbodiesel, benzina e benzina/metano) che spicca per prestazioni e bassi consumi.

Sono tutti modelli vincenti, capaci di rispondere a qualunque esigenza professionale coprendo il 97% del mercato: è questa la base forte su cui poggia il rinnovamento del marchio. Contestualmente alle novità di prodotto, Fiat Professional evolve anche in termini di allargamento della base commerciale, diffusione della Rete, qualità del servizio e accesso a nuovi mercati con soluzioni tagliate su misura. Occorre quindi avere i modelli adatti e soprattutto averli nei segmenti giusti, quelli che rappresentano la fetta più grande del mix vendite. Tutto ciò consentirà di bilanciare meglio la quota di vendite nel resto dell'Europa con quella dell'Italia, e a raddoppiare i volumi in Africa e Middle East, dove Fiat Professional sta allargando la propria Rete grazie anche alle sinergie con Chrysler.

Con il rinnovamento della gamma, il marchio ha realizzato un nuovo piano di comunicazione che vedrà protagonista il Fullback e con esso tutti i modelli di Fiat Professional sempre in azione, una vera squadra affiatata e vincente, qualunque sia la sfida d'affrontare. Non solo. Il Fullback è il "product hero" della flotta ufficiale del Motomondiale di Motocross (MXGP) di cui Fiat Professional è Official Sponsor, oltre che Title Sponsor in tre delle gare principali del campionato: Gran Bretagna, Belgio e Italia. È una sponsorizzazione molto importante ed è perfetta per il pick-up perché valorizza sia il suo spirito sportivo sia la sua vocazione off-road.

Talento e Fullback allestiti per specifiche missioni di utilizzo
In occasione della presentazione alla stampa internazionale della nuova gamma saranno esposti quattro Talento e tre Fullback equipaggiati con specifici allestimenti. Sono un significativo esempio della grande flessibilità dei modelli di Fiat Professional, ideali per il trasporto persone, dagli Shuttle alla mobilità assistita, 
e versatili per uso professionale: dalle officine mobili ai veicoli con cassone, dai mezzi coibentati a quelli con cella refrigerata, dai camper per il tempo libero ai mezzi per la Pubblica Amministrazione. Insomma, non c'è attività professionale o esigenza di mobilità che non possa essere soddisfatta dai veicoli di Fiat Professional trasformati, come dimostra anche la collaborazione con i migliori allestitori  europei.
In dettaglio, il primo Talento (passo lungo, tetto basso) presenta un esempio di trasformazione per il trasporto persone diversamente abili. Il veicolo in esposizione trasformato in questo caso dall'azienda Olmedo è dotato di sollevatore elettroidraulico posteriore e pianale posteriore modulare, con sedili del tipo a sgancio rapido, per la massima flessibilità delle configurazioni: è infatti possibile ospitare nove passeggeri oppure otto persone e due carrozzine. 
Il secondo Talento (passo lungo, tetto basso) è stato allestito per svolgere un esclusivo servizio shuttle grazie a sette sedili rivestiti in pelle, con seconda fila girevoli, pavimento con binari e rivestimenti in ABS. La trasformazione è stata realizzata in collaborazione con l'azienda Focaccia.
Il terzo Talento (passo corto, tetto basso) è stato trasformato, dall'azienda Plastoblok, in isotermico, con omologazione in A.T.P., in grado di garantire le più basse temperature di esercizio in linea con le normative più stringenti. In particolare, con l'applicazione di un gruppo refrigerante, si ottiene una cella frigorifera idonea per il trasporto di farmaci o alimenti surgelati.
Completa lo schieramento dei Talento una quarta proposta, (passo corto, tetto basso)  allestita dall'azienda Storevan  in Officina Mobile con acciaio automotive galvannealled e un innovativo sistema di fissaggio rapido, modulare e flessibile, che ridefinisce nuovi standard di allestimento in questo specifico settore.
Spazio adesso alla nuova proposta di Fiat Professional: FullBack, che si presta a molteplici  trasformazioni: il primo esempio, realizzato su Cabina Estesa, è opera dell'allestitore Cold Car e presenta una carrozzeria refrigerata a piastre eutettiche che lo rende perfetto per la distribuzione giornaliere di surgelati. Il secondo pick-up è trasformato in Officina Mobile dall'azienda NCT con struttura in profilati di alluminio modulare e riconfigurabile per trasporto di attrezzature e ricambi per la manutenzione sul campo. Infine, con la collaborazione dell'allestitore OMARS, è stato realizzato un FullBack (Doppia Cabina) idoneo per il Soccorso Stradale grazie all'adozione di un forklift posteriore per il traino di veicoli in panne. 

Il pick up "Fullback" è il nuovo "Work Hero" di Fiat Professional, nato dalle reali esigenze del cliente professionale e con una grande flessibilità che lo rende adatto a ogni utilizzo durante il lavoro e non solo. Forte di una storia ultrasecolare e di una grande notorietà nel settore dei veicoli commerciali, oggi il marchio Fiat Professional compie un ulteriore balzo in avanti e completa la sua già ricca gamma di prodotti e servizi progettati su misura per i clienti professionali. Il pick up 4X4 di Fiat Professional è perfettamente allineato alla migliore concorrenza in termini di configurazioni, dimensioni e motori.

Con il Fullback il brand Fiat Professional entra nel segmento dei "pick up" di media portata che nella regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) vale circa 650.000 veicoli corrispondenti a un peso  del 22% delle vendite totali del mercato LCV. Un contesto strategico, quindi, dove Fullback giocherà certamente un ruolo da protagonista per far espandere il marchio in un mercato importante, grazie alle sue caratteristiche vincenti di robustezza, affidabilità e versatilità, senza temere alcuna sfida. Da qui la scelta del nome: il "Fullback", infatti, è un ruolo fondamentale nel football americano o rugby (ultimo uomo in difesa o difensore in attacco) che identifica un giocatore capace di risolvere qualsiasi situazione.
Lo stesso spirito vincente si ritrova nel nuovo veicolo di Fiat Professional, un "giocatore" capace di adattarsi a qualunque necessità, lavorativa o ricreativa, come bene sintetizza il claim di comunicazione che ne accompagna il lancio commerciale: "Costruito per te e per il tuo lavoro". Declinata su molteplici media - affissione, tv, radio, stampa e digital - la campagna di lancio  esprime tutta la potenza e la versatilità del Fullback, che risponde a svariate esigenze, legate non solo al mondo del lavoro, ma anche nella vita quotidiana. In quest'ottica e per la prima volta nella storia del brand Fiat Professional, da giugno verrà utilizzato anche il canale Instagram, per un'esperienza "social" ancora più completa.

Fullback ha proporzioni sportive grazie alla cabina protesa in avanti e ad uno sbalzo anteriore ridotto.
Il frontale presenta un deciso "tocco" di stile italiano, in coerenza con il nuovo timbro stilistico del Brand. Le fiancate hanno nervature ben distinte che slanciano la linea e la parte posteriore è ben raccordata con la cabina.
Gli interni riflettono sia la funzionalità del veicolo da lavoro, sia il comfort e l'eleganza di un SUV alto di gamma.  In particolare, gli ambienti sono declinati su due livelli: il primo presenta una plancia essenziale ma nel contempo funzionale e completa di autoradio con lettore CD ed MP3, Bluetooth e comodi sedili in tessuto.  Il secondo offre una piacevole linea di interni curata nei particolari e nelle finizioni, con plancia bicolore nero/silver e sedili in tessuto o in pelle; la giusta integrazione tra le esigenze di un professionista e di chi cerca anche il piacere e il comfort di guida.   

Il pick up Fullback è equipaggiato con un motore turbodiesel common rail da 2,4 litri declinato in due livelli di potenza e coppia: 150 CV (113 kW) e 380 Nm oppure 180 CV (133 kW) e 430 Nm. Questo propulsore si caratterizza per il basamento in alluminio dal peso contenuto e per la sovralimentazione con turbocompressore a geometria variabile con intercooler che assicura la massima efficienza.  Sono inoltre disponibili due tipologie di cambi: manuale a sei marce o automatico a cinque marce.

Fullback è disponbile sia nella versione 4X2 (trazione posteriore) che nella versione  4X4 (trazione integrale);  quest'ultima è sicuramente quella più apprezzata da coloro che per esigenze lavorative necessitano di raggiungere  zone lontane dalle strade asfaltate o comunque affrontano percorsi  off-road impegnativi.  Tutte le versioni  4X4 sono equipaggiate con un selettore elettronico che permette l'inserimento della trazione integrale in modalità "part time" o "full time".
La modalità "part time" o semipermanente è presente nelle versioni SX e prevede  tre posizioni  di guida:
"2H"(percorsi stradali in condizioni ottimali) con trazione prevista sulle 2 ruote motrici posteriori;  "4H", selezionabile a velocità fino a 100 km orari, distribuisce la trazione sulle 4 ruote motrici consentendo una guida più sicura su percorsi stradali scivolosi e sconnessi; "4L", fornisce marce ridotte per condizioni estreme fuoristradistiche.
La modalità "full time" o permanente è  invece presente nelle versioni top di gamma LX; caratterizzata dal differenziale centrale Torsen, supportato da 3 frizioni a controllo elettronico che gestiscono in tempo reale la trasmissione della coppia motrice alle ruote in funzione delle condizioni stradali e della velocità. Quattro sono le posizioni di guida. Oltre alla "2H" e "4H" sopraccitate, è presente la posizione "4HLc" che prevede il blocco del differenziale centrale distribuendo la coppia equamente fra ruote anteriori e posteriori e migliorando la trazione su percorsi innevati, sabbiosi o su strade fangose. Infine la quarta posizione "4LLc" prevede oltre al blocco del differenziale centrale anche l'inserimento delle marce ridotte che assicurano una maggiore coppia per affrontare percorsi fuoristradistici estremi.
In entrambe le modalità, part time e full time,  è opzionale per il cliente la possibilità di dotare il vecolo di blocco elettronico del differenziale posteriore che consente di ridurre al minimo le differenze di rotazione tra le ruote posteriori, assicurando un trazione ottimale su percorsi off-road.
Per quanto riguarda l'architettura delle sospensioni, Fullback  prevede, all'avantreno, un raffinato schema a doppi bracci con barra stabilizzatrice mentre, al retrotreno, è presente un assale rigido con balestre multistrato per la massima affidabilità e robustezza.

Costruito per affrontare qualsiasi mission, anche quelle più impegnative, Fullback vanta un'ampia capacità di carico e un alto grado di robustezza, grazie soprattutto a un telaio a longheroni. In dettaglio, tutte le versioni di Fullback sono alte massimo 1.780 mm, larghe fino a 1.815 mm e con un passo da 3.000 mm. Invece, la lunghezza totale  varia a seconda della configurazione: raggiunge  i 5.275 mm per la cabina estesa e 5.285 mm per la cabina doppia. Varia anche la lunghezza del vano di carico - 1.850 mmm per la cabina estesa, 1.520 mm per la cabina doppia. La portata è di oltre una tonnellata e la massa rimorchiabile supera le tre tonnellate.

La gamma si articola in tre configurazioni (chassis, cabina estesa e cabina doppia) e allestimenti per ogni esigenza del cliente. Il livello d'ingresso è già particolarmente ricco: sono di serie ABS con EBD, TSA (Trailer Stability Assist - il sistema che aumenta la stabilità in caso di traino), LDW (Lane Departure Warning),  sette Airbag (frontali, laterali, a tendina e ginocchia guidatore). Le dotazioni interne prevedono sedili in tessuto dark grey "high-grade", multi-information display con Illuminazione strumenti regolabile, volante e leva cambio in pelle e infine, arie condizionata e chiusura centralizzata con doppio telecomando. La dotazione infotaiment prevede una Radio 2DIN con lettore CD e MP3.
L'offerta si completa con altri allestimenti, top di gamma, che offrono contenuti automobilistici quali i fari Bi-Xenon, i sedili in pelle anteriori riscaldabili e con sedile guida regolabile elettricamente,  una Radio 2DIN con touch display da 6 pollici, una Radio 2DIN con display touch da 7 pollici e Sistema di Navigazione integrato,  una telecamera posteriore, il cruise control con limitatore di velocità, il climatizzatore automatico bi-zona e i comandi cambio al volante, disponibili sulla versioni con cambio automatico.

Veicolo ufficiale del FIM Motocross World Championship 2016
L'inarrestabile Fullback è il veicolo ufficiale delle 18 tappe che compongono l'MxGP 2016, l'emozionante campionato tra Europa, Stati Uniti, Qatar, Argentina e Messico dove ogni gara viene seguita da decine di milioni di spettatori, attraverso la copertura mondiale dei principali media. In particolare, contraddistinto da una speciale livrea in tema con il motocross realizzata in collaborazione con Garage Italia Customs, lo speciale Fullback è il "product hero" della flotta ufficiale del FIM Motocross World Championship 2016, di cui Fiat Professional è Official Partner. La prestigiosa partnership si fonda su valori come la passione, la determinazione e il dinamismo che accomunano il mondo dello sport a Fiat Professional, in un anno chiave per le assolute novità di prodotto e per le importanti sfide che il brand, in continua evoluzione,  dovrà affrontare. Tra i suoi modelli di punta ci sarà certamente il Fullback che, durante la stagione del campionato, accompagnerà sul podio i primi tre classificati, dopo il giro d'onore.
Il Fullback rappresenta il completamento della gamma Fiat Professional affermandosi nel panorama dei Veicoli Commerciali come un brand "full liner" in grado di soddisfare le più variegate esigenze di ogni professionista.

A partire dalla fine di giugno sarà commercializzato, progressivamente nell'intera area EMEA, il Talento di Fiat Professional che, grazie alle sue generose capacità di carico, è il compagno ideale del professionista nei suoi percorsi urbani ed extra urbani. Con questo nuovo prodotto l'offerta complessiva di Fiat Professional diventa ancora più competitiva per ampiezza della gamma e numero di soluzioni.

Il Talento si contraddistingue per la sua grande versatilità e per l'abilità di adattarsi alle diverse esigenze dei clienti, e per un nome che evoca sia le innate doti del mezzo sia il concetto di valore tramite il riferimento alla moneta, come da tradizione del brand Fiat Professional. Un nome dalla forte valenza simbolica, che evidenzia quello che "sa fare", le sue capacità, il "suo talento". Tutte caratteristiche fondamentali per affrontare le nuove sfide del futuro.
Nasce così un veicolo funzionale che valorizza il lavoro, il tempo e il denaro dei professionisti e  che si concentra sulle loro reali esigenze, con una gamma di versioni e allestimenti completa. L'offerta del Talento è quindi il raccordo  tra il Doblò Cargo e il Ducato, e consente a Fiat Professional di coprire nuovi volumi e lunghezze di carico e di entrare nella parte più importante del segmento 2P con un passo di dimensioni ideali.

Dal punto di vista dello stile esterno, il Talento si presenta compatto e ben proporzionato: il parabrezza avanzato si raccorda bene con il cofano corto e l'effetto complessivo è quello di un frontale imponente ma dinamico.  Il design è orizzontale e le linee nette e pulite, in sintonia con il nuovo family feeling della gamma Fiat Professional, che esalta la larghezza del veicolo e le capacità di carico, ben evidenziata dal posteriore squadrato, ma anche il dinamismo e la sensazione di stabilità. Tra le peculiarità del nuovo modello: il paraurti anteriore in tre varianti (nero, semiverniciato o in tinta con la carrozzeria); la griglia superiore e le barre in nero o argento metallizzato; e la barra orizzontale della griglia superiore verniciata in argento metallizzato. A richiesta, è possibile avere le esclusive luci diurne a led  integrate nel paraurti. Completano il look del Talento i copricerchi da 16" e i cerchi in lega da 17" (diamantati grigi o neri opachi). 

All'interno, il Talento è stato progettato per garantire il massimo comfort e un'ottima ergonomia, come dimostrano i sedili sagomati, che assicurano una seduta confortevole a tutti i passeggeri, e la posizione ottimale del volante e dei comandi che rendono più rilassante e sicura la guida di tutti i giorni.
Eleganza e cura dei dettagli caratterizzano i tre ambienti interni, disponibili a seconda degli allestimenti: "Carbon Black", con plancia e tessuto neri; "Techno Silver", con plancia nera e profili degli strumenti verniciati color argento; e, infine, "Living Brown" con plancia nera/marrone e profili nero lucido con dettagli cromati.  Comune ai tre abitacoli i numerosi vani portaoggetti che ne accentuano le doti di funzionalità: la capienza totale dei vani è di 90 litri. A richiesta, è disponibile anche il pratico e intelligente "Ufficio Mobile" che include un innovativo sedile centrale reclinabile, dotato di tavolino a scomparsa, schienale apribile con vano portaoggetti e tablette porta documenti. Infine, il Talento offre il ViewPlus Mirror, lo specchietto retrovisore nell'aletta parasole che riduce l'angolo cieco e migliora la visuale laterale.

A equipaggiare il nuovo veicolo di Fiat Professional quattro propulsori diesel da 1,6 litri, tutti omologati Euro6, capaci di soddisfare le esigenze di guida di tutti i clienti. La gamma propone: 1.6 MultiJet Turbo da 95 CV, disponibile anche nella versione EcoJet con S&S e 260 Nm; 1.6  MultiJet Turbo da 120 CV e 300 Nm; 1.6  EcoJet S&S TwinTurbo da 125 CV e 320 Nm; e 1.6  EcoJet S&S TwinTurbo da 145 CV e 340 Nm.
Tutti i motori di Talento sono basati sulla tecnologia SCR (Riduzione Catalitica Selettiva), il sistema che abbatte le emissioni di ossidi di azoto, pericolosi per la salute umana, iniettando una soluzione di AdBlue® nei gas di scarico. L'AdBlue è un liquido a base d'acqua, atossico e non infiammabile, che viene aggiunto a valle del motore nell'impianto di scarico, per massimizzarne l'efficienza e ridurre la quantità di pericolosi inquinanti immessi nell'atmosfera.
Inoltre, i quattro propulsori adottano un turbo a geometria variabile oppure un TwinTurbo che riduce emissioni e consumi, e di conseguenza anche i costi di esercizio. Il turbocompressore a doppio stadio permette una guida flessibile, grande reattività e un'eccellente potenza alle alte velocità. Il primo turbo eroga coppia elevata alle basse velocità per assicurare una risposta ottimale a una media accelerazione, mentre il secondo si attiva alle alte velocità per sovralimentare il motore garantendo così un'accelerazione omogenea e potente.

L'offerta del Talento permette a Fiat Professional di raccordare ancora meglio la gamma tra Doblò Cargo e Ducato, consentendo di coprire nuove volumetrie e lunghezze di carico per soddisfare in modo completo ogni esigenza di trasporto professionale. In particolare, il nuovo veicolo è stato progettato per rendere l'area di carico più pratica. L'apertura della paratia "CargoPlus", posta sotto i sedili dei passeggeri, permette ai professionisti di trasportare oggetti lunghi fino a 3,75 metri (4,15m per l'allestimento a passo lungo).
L'accesso al vano di carico è semplice e immediato, grazie alla sua forma regolare e squadrata, unita alla possibilità di aprire le porte posteriori a 255°. La straordinaria accessibilità è garantita anche dalla soglia di soli 552 mm e dalla larghezza della porta scorrevole di 1030 mm (a 100 mm dal pavimento). Il volume di carico è pari a 5,2 m3 nell'allestimento a passo corto, a 6 m3 in quello a passo lungo e addirittura a 8,6 m3 nell'allestimento a passo lungo e tetto alto; ciò significa che il Talento, anche nell'allestimento a passo corto, è in grado di trasportare 3 Euro pallet. Infine, il veicolo di Fiat Professional registra fino a 1249 kg di portata utile e fino a 3060 kg di PTT.

Il Talento è dotato di tecnologia di bordo di ultima generazione e di sistemi di sicurezza di alto livello. Ad esempio, su tutti gli allestimenti sono di serie ABS completo di EBD (distribuzione frenata elettronica) ed EBA (assistenza alla frenata di emergenza), oltre che sistema ESC con Hill Holder e Traction+. A richiesta, sono disponibili airbag laterali, window-bag e sistema di ausilio alla stabilità del rimorchio (TSA) che garantisce una perfetta stabilità in caso di traino: infatti, se il veicolo inizia a pattinare, il TSA modula automaticamente la potenza del motore e la forza frenante applicata su ciascuna ruota, stabilizzando nuovamente sia il veicolo sia il rimorchio. Disponibili anche il sistema di  assistenza al parcheggio anteriore e la telecamera posteriore nello specchietto interno.
Completa la dotazione del Talento l'autoradio touch Nav di bordo da 7" che include: sistema di navigazione, autoradio AM/FM (+DAB), prese USB e AUX per file musicali e tecnologia Bluetooth per uso del telefono in vivavoce. Infine,  sono disponibili l'autoradio Bluetooth (USB e DAB) e l'autoradio CD Bluetooth di bordo.

Il Fiat Ducato è il best seller che da 35 anni e 6 generazioni è il miglior compagno di viaggio e lavoro per oltre 2,9 milioni di clienti che lo hanno scelto sin dal 1981. Senza contare che sono oltre 600.000 le famiglie che oggi viaggiano con un camper su base Fiat Ducato, assoluto leader del settore e punto di riferimento della categoria: oltre il 75% dei camper in circolazione è su base Ducato.
Per continuare a giocare un ruolo da protagonista, nel 2014 il modello si è rinnovato per rispondere alle nuove esigenze dei clienti offrendo più tecnologia, più efficienza e più valore. Tra i suoi molteplici punti di forza si segnalano i motori potenti ed efficienti, oltre ai numerosi contenuti altamente tecnologici, come i sistemi di sicurezza e assistenza alla guida di ultima generazione e il nuovo sistema di Infotainment. Inoltre, grazie ad alcuni interventi tecnici mirati, il Ducato è migliorato nelle già ottime doti di durata, robustezza e conseguente aumento del valore residuo. Tutto ciò, unito ai bassi costi di gestione e alla riduzione del prezzo dei ricambi, consentono al nuovo veicolo di Fiat Professional di vantare costi di manutenzione e riparazione tra i minori della categoria, contributo fondamentale al miglioramento del "Total Cost of Ownership".

La massima efficienza del Ducato viene ottenuta grazie alla rinnovata gamma di propulsori, tutti omologati Euro 6, che conferma l'apprezzata ed esclusiva strategia "one mission - one engine" di Fiat Professional. La scelta di Fiat Professional è quella di avere sempre il motore adatto per ogni missione, e di conseguenza la scelta dell'ATS (sistema di post-trattamento) è ora adattabile alle esigenze specifiche di ciascun cliente. Fiat Professional offre una soluzione LPEGR, ideale per il trasporto merci, e una soluzione RCS, perfetta per chi deve trasportare passeggeri. Fiat Professional ha deciso di investire su entrambe le tecnologie, per ottenere le migliori prestazioni in ogni occasione: da una parte offriamo una soluzione semplice, facile e meno costosa per il trasporto di merci; dall'altra, forniamo a chi si occupa di trasporto passeggeri una soluzione conforme ai nuovi standard Euro 6.
Tecnologia LPEGR: sta per "Low Pressure Exhaust Gas Recirculation", ricircolo dei gas di scarico a bassa pressione. I gas di scarico vengono assorbiti a valle del DPF, raffreddati grazie al dispositivo di raffreddamento EGR a bassa pressione e messi in ricircolo a monte del compressore.
I motori MultiJet 2 turbodiesel partono dal MultiJet 2 da 2,0 l, 115 CV e 290 Nm di coppia massima (cambio manuale a 6 marce), il "downsizing perfetto", economico e con ottime prestazioni soprattutto nell'ambito urbano.
Al centro della gamma Ducato troviamo il MultiJet 2 da 2,3 l, 130 CV e 320 Nm di coppia massima, la risposta ideale per un utilizzo misto - agile nel traffico, brillante nelle lunghe percorrenze - anche grazie alla disponibilità di una coppia elevata già a bassi giri. Terzo motore in gamma il MultiJet 2 da 2,3 l, 150 CV e 380 Nm di coppia massima ovvero il "best in class" per il rapporto tra bassi consumi ed alte prestazioni unite ad un peso ridotto: è l'ideale per gli impieghi gravosi. Spazio anche al nuovo MultiJet 2 da 2,3 l, 180 CV e 400 Nm di coppia massima capace di soddisfare sia i professionisti che privilegiano la potenza, la coppia e la ripresa sia coloro che necessitano di allestimenti più pesanti quali motorhome di grandi dimensioni.
Tecnologia RCS: sta per Riduzione Catalitica Selettiva; viene usata per ridurre le emissioni di ossidi di azoto (NOx) e trasformarli in gas innocui grazie al liquido AdBlue.
Il nuovo motore EcoJet da 2,3 l e 150 CV del Ducato è destinato a coloro che cercano il massimo risparmio di carburante. Dotato di alternatore intelligente, servosterzo elettroidraulico, gestione elettrica intelligente e sistema Start&Stop, garantisce un risparmio di carburante che può raggiungere anche il 7% nei confronti del motore LPEGR di pari potenza. La modalità Eco, presente sui motori EcoJet, attiva un programma in grado di commutare automaticamente la mappatura del motore per ottimizzare l'equilibrio tra consumi e prestazioni.
L'offerta RCS viene completata da motore MultiJet 2 da 2,3 l e 130 CV.
Entrambi i motori sono dotati di un serbatoio da 15 l per il liquido AdBlue. Il tappo dell'AdBlue è posizionato accanto a quello del diesel, sotto lo stesso sportello. Il rifornimento è semplicissimo; l'AdBlue si acquista in taniche oppure direttamente alla stazione di servizio, tramite apposito erogatore a pistola. Il consumo di additivo per le emissioni (UREA) dipende dalle condizioni d'uso del veicolo, e viene indicato da un LED e da un messaggio corrispondente sul quadro strumenti.
L'offerta del Ducato si completa con la versione 140 Natural Power che abbina l'alimentazione a metano con un efficiente motore turbo (Euro 6) da 3 l e 136 CV. In questo modo vengono assicurati prestazioni, affidabilità e durata in linea con le versioni diesel, unitamente a consumi contenuti e soprattutto ridotte emissioni. Rispetto alla precedente generazione, la famiglia Ducato Natural Power si amplia grazie all'introduzione delle versioni Combi, ideali per il trasporto combinato di merci e persone, e Panorama, lo shuttle che accoglie comodamente fino a 9 persone con i relativi bagagli. A queste si affiancano le versioni trasporto merci, declinate in furgoni lastrati e vetrati, e le versioni destinate alle conversioni più particolari come i cabinati con pianale.

Il nuovo stile degli esterni nasce da un "car design" all'avanguardia che, unito al concept di un vero veicolo commerciale leggero, trasmette un forte senso di dinamismo, sicurezza, qualità e robustezza. Dunque, il nuovo veicolo di Fiat Professional sviluppa ulteriormente il concetto di "design abbinato alla funzionalità" che da sempre caratterizza il modello. In particolare, tra le novità spicca la possibilità di personalizzare l'estetica del veicolo con numerose soluzioni: due diversi colori della calandra anteriore, lo "skid-plate" che arricchisce la parte inferiore del paraurti, i proiettori con DRL integrate (a richiesta con tecnologia LED) e i cerchi in lega leggera da 16".
Inoltre, i proiettori in posizione elevata ed il paraurti protettivo suddiviso in 4 sezioni riducono costi di riparazione. Il design del cofano e le soluzioni adottate riducono i costi di manutenzione e migliorano l'accessibilità al vano motore.
All'interno, il Ducato propone tre livelli di allestimento - Classic, Techno e Lounge - con livelli crescenti di raffinatezza ed eleganza, caratterizzati da sedili con rivestimento in tessuto antimacchia che mantengono il livello di comfort al top di gamma e dal porta-bicchieri integrato nella console centrale. Tra l'altro, per primo il Ducato porta nel segmento l'esclusivo Supporto Multifunzionale disponibile al centro di tutte le plance in gamma e utilizzabile con tutti i device quali smartphone, tablet oltre ai tradizionali block notes.

Il Ducato si dimostra all'avanguardia anche per quanto riguarda l'offerta di contenuti altamente tecnologici grazie a dispositivi di sicurezza e assistenza alla guida di ultima generazione, oltre al nuovo sistema di Infotainment. Ad esempio, su tutte le versioni è offerto di serie il controllo elettronico della stabilità (ESC) che è stato migliorato grazie al sistema di contenimento del rollio, per massimizzare il comfort e proteggere il carico da movimenti imprevisti, in associazione con il sistema di riconoscimento del carico (LAC), Hill Holder, sistema anti-pattinamento (ASR) e sistema di assistenza elettronica alla frenata d'emergenza (EBA). Per garantire una migliore manovrabilità del veicolo e incrementare il comfort di guida, sulle motorizzazioni MultiJet da 2,3 l è offerto di serie il servosterzo ad asservimento variabile "Servotronic", mentre su quelle EcoJet è invece di serie il servosterzo idraulico; a richiesta, inoltre, sono disponibili ulteriori ausili alla guida come il Traction + (completo di sistema Hill Descent Control), il sistema di segnalazione superamento del limite corsia e il sistema di riconoscimento della segnaletica stradale.
Il modello offre un'ampia gamma di radio con tecnologia Bluetooth e lettore MP3. Inoltre è disponibile un sistema Uconnect con touchscreen a colori da 5", telecamera per retromarcia e navigazione integrata. Infine, l'intera offerta è disponibile con decoder per la riproduzione radio digitale (DAB), oltre a quella tradizionale analogica.

Il Ducato offre la più ampia gamma a trazione anteriore del mercato per rispondere alle esigenze dei molteplici clienti cui è rivolto, come professionisti, flotte, aziende di trasporto merci o di trasporto persone, produttori o acquirenti di camper: basti pensare che, combinando le diverse soluzioni di scocca, motore e meccanica, si raggiungono circa 10.000 varianti per veicoli commerciali, trasporto persone e basi per allestimenti. Nel dettaglio, all'interno della gamma furgoni è possibile scegliere tra otto capienze diverse, che variano da 8 a 17 m³ e possono vantare la miglior efficienza della categoria. Inoltre, il Ducato è disponibile in 4 varianti di lunghezza e 3 varianti di altezza per i furgoni, e 7 varianti di lunghezza per i cabinati e gli scudati.
Tra le novità, il Ducato vanta il miglior peso totale a terra dell'intera categoria 'ruote singole'- fino a 4,4 tonnellate sulle versioni camper e 4,25 tonnellate per le versioni Maxi - e il miglior carico ammissibile sull'asse anteriore (fino 2.100 kg) e posteriore (ulteriormente migliorato fino a 2.500 ton) ed una portata record (fino a 2,1 ton per i furgoni).
Il Ducato è disponibile anche nelle versioni con cassone ribaltabile trilaterale e furgone doppia cabina a 7 posti, oltre a optional quali il gancio traino fisso o estraibile ed gradino di salita per facilitare le operazioni di carico e che diminuisce ulteriormente l'altezza della soglia di accesso - già ai vertici della categoria.
Infine, nell'esclusiva gamma camping car il Ducato si conferma leader di mercato - 3 camper su 4 in Europa sono su base Fiat Ducato - grazie agli esclusivi contenuti come i nuovi sedili girevoli Captain Chair, che migliorano il comfort e si adattano al raffinato stile di un camper, alle sospensioni con precarico maggiorato ed a specifiche versioni Cabina Motrice e Scudato Motore che consentono di installare ulteriori 600 varianti per consentire la massima personalizzazione richiesta dai clienti del settore.

Trentacinque anni fa Fiat Ducato ha rivoluzionato il segmento dei furgoni gran volume grazie alla trazione anteriore, alla potenza dei motori e allo spazioso vano di carico. Nel corso degli anni, Fiat Ducato ha via via affinato le proprie caratteristiche diventando un punto di riferimento nella categoria, un trendsetter prodotto in oltre 10.000 varianti e venduto in più di 80 Paesi al mondo. Inoltre le numerose versioni di carrozzeria e l'efficienza del telaio l'hanno reso il numero uno per gli allestitori di veicoli per usi speciali e camper.
La produzione del mezzo iniziò nel 1981 presso le linee della Sevel (Società Europea Veicoli Leggeri) in Val di Sangro, e lì prosegue ancora oggi. Si tratta della più grande fabbrica in EMEA per i furgoni medio-grandi, che ha tagliato un anno fa il prestigioso traguardo di cinque milioni di veicoli prodotti. Già la prima serie del Ducato (1981-1990) vide l'adozione di soluzioni innovative come il motore anteriore trasversale e trazione e serbatoio riuniti in un unico modulo con la cabina. Queste caratteristiche hanno reso possibile la realizzazione di una varietà di modelli fino ad allora inimmaginabile.
La carrozzeria era già fornita in due altezze del tetto e nelle varianti furgonato, Combi, Bus e autocarro. I due passi (2.923 e 3.653 millimetri) permisero al furgone di raggiungere una volumetria di 9,8 metri cubi e le due classi di portata utili (10 e 13 quintali) consentirono un peso complessivo ammesso sino a 28 quintali. Nel 1984 l'utilizzo di ammortizzatori inclinati rese il vano di carico perfettamente piano, e nel 1985 la versione Maxi portò il carico massimo addirittura a 35 quintali. Infine, nel 1989, fece la sua comparsa il Fiat Ducato con trazione integrale della Steyr-Puch.
Con la seconda serie (1990-1994), a dieci anni dalla sua immissione sul mercato, il Fiat Ducato porta al debutto la trazione integrale e taglia un primo traguardo: il primo ottobre 1991 esce dalla catena di montaggio l'esemplare numero 500.000. La potenza del turbodiesel da 2,5 litri fu portata a 70 kW (95 CV) e per la prima volta fu impiegata una tecnologia di propulsione innovativa: il Fiat Ducato Elettra alimentato esclusivamente a energia elettrica. All'offerta si aggiunse inoltre un terzo passo (3.200 millimetri).
Nel 1994, è la volta della terza generazione (1994-2002) che migliorò il CX (scese a 0,35) e sviluppò un nuovo modo di concepire la cabina del veicolo in ottica professionale: infatti, per la prima volta nel settore la leva del cambio è integrata nella consolle centrale rendendo così fruibile la parte centrale del pavimento e facilitando l'accesso da entrambe le porte e dalla cabina al vano di carico: in questo modo miglioravano l'ergonomia e la produttività. La stampa specializzata riconobbe l'innovazione e l'approccio al cliente del Ducato assegnandogli il titolo di "International Van of the year 1994".
Ulteriori passi avanti verso il comfort hanno caratterizzato gli anni 2000. Ad esempio, nel 2002, con la quarta serie (2002-2006) comparirono la regolazione dell'altezza del sedile e il volante a tre razze regolabile in altezza. Il Fiat Ducato si sviluppò anche dal punto di vista del motore. Infatti, nel 2002 adotta per la prima volta un motore Common Rail a iniezione diretta - un importante passo avanti in termini di prestazioni, silenziosità e alta efficienza. Inoltre, Ducato aprì l'era dei carburanti alternativi con i suoi motori a benzina/metano: erano le basi per l'affermazione di Fiat Professional come leader del mercato europeo nel settore dei furgoni alimentati a metano.
La quinta generazione di Ducato entra in scena nel 2006, ampliando la gamma e aumentando ulteriormente la flessibilità: basti pensare che è stato il primo furgone a trazione anteriore a offrire un volume di 17 metri cubi. Ma soprattutto conquista il primato in termini di costi di gestione e manutenzione, oltre che per consumi ed emissioni, grazie a un'ampia gamma motori diesel basati sulla tecnologia MultiJet di seconda generazione.
Si arriva così al 2014 quando fa il suo esordio la sesta generazione che vanta il maggiore carico sull'asse anteriore (fino a 21 quintali) e il maggiore carico sull'asse posteriore nei veicoli con asse posteriore semplice (fino a 25 quintali), nonché la portata più elevata. Come furgonato, il Fiat Ducato può raggiungere un carico massimo di 21 quintali. Inoltre, per la prima volta è disponibile con sospensioni pneumatiche sull'asse posteriore. Dal 2015 è poi nuovamente presente una variante con trazione integrale completata dallo specialista francese Dangel.
Nel corso degli anni Fiat Ducato ha valicato le frontiere europee per raggiungere Russia, America Latina, Medio Oriente e Australia. Oggi è commercializzato in più di 80 Paesi nel mondo, compreso il Nord America che dallo scorso anno lo vede protagonista con il nome "PROMASTER" sotto il marchio RAM. Prodotto in 3 Paesi (Messico, Brasile e Italia) e commercializzato in tutto il mondo, Fiat Ducato è davvero un veicolo 'globale' e con la sua sesta generazione guiderà la crescita di Fiat Chrysler Automobiles nel settore dei veicoli commerciali leggeri. 

Il nuovo Fiorino conferma le caratteristiche concettuali che ne hanno decretato il successo: è perfetto per l'utilizzo cittadino grazie alle dimensioni compatte - alto 1721 mm, largo 1716 mm, lungo 3957 mm e passo 2513 mm - che lo rendono agile nel traffico e facile da parcheggiare, senza però rinunciare alla notevole capacità di carico fino a 2,8m3 e portata fino a 660 Kg.
L'evoluzione del modello, che ha inventato il segmento degli small van, ora introduce un design moderno degli interni e dell'esterno, insieme a nuove caratteristiche che lo proiettano ai vertici della sua categoria per prestazioni, costo di gestione, comfort e funzionalità. Dunque, il nuovo Fiorino non è solo il mezzo ideale per chi necessita di un generoso vano di carico e di muoversi agilmente in città, ma è anche l'esempio di come Fiat Professional sia un brand "full liner", in grado di soddisfare le più diverse esigenze di ogni professionista.

Lo stile esterno mantiene il carattere moderno e dinamico tipico del modello, con i proiettori alti per una perfetta visibilità; il paraurti anteriore è totalmente rinnovato con espliciti riferimenti al design della gamma Fiat Professional. Inedite anche le coppe ruota da 15" e i cerchi in lega leggera sempre da 15" diamantati e bruniti.
Il nuovo Fiorino conferma un eccellente utilizzo del vano di carico, dalla forma regolare e squadrata, accessibile tramite le ampie porte posteriori con apertura fino a 180° e caratterizzate da ergonomiche maniglie verticali. È anche possibile aggiungere, a richiesta, il sedile del passeggero ripiegabile a scomparsa che può essere utilizzato come tavolo, o completamente abbattuto, e che permette il trasporto di oggetti lunghi fino a 2,5 metri.
L'abitacolo è stato rinnovato, e attraverso l'introduzione di nuovi elementi è oggi più confortevole ed ergonomico. Il volante, ridisegnato, può integrare sulle razze i comandi per la radio, ed è disponibile anche con rivestimento in pelle, così come il pomello e cuffia del cambio manuale. La strumentazione presenta una nuova grafica con retroilluminazione permanente, per una migliore visibilità. In plancia è stato inserito un nuovo cassetto portaoggetti e anche i rivestimenti interni sono stati rinnovati. Nuovo anche il sistema di infotainment con radio 5" touchscreen a colori, disponibile anche con sistema di navigazione satellitare, e che comprende sempre bluetooth, ingresso USB e AUX e lettore mp3.

La gamma completa dei motori, tutti Euro 6, è in grado di soddisfare ogni esigenza. Sono disponibili due turbodiesel 1.3 MultiJet2 da 80 e 95 CV, un 1.4 benzina Fire aspirato da 77 CV e il 1.4 Natural Power da 70 CV a doppia alimentazione benzina e metano, soluzione che solo il Fiorino offre tra gli small van. Entrambi i propulsori a gasolio sono caratterizzati da un grande piacere di guida, prestazioni eccellenti e bassi costi di gestione, sia in termini di consumi sia di manutenzione.
Con il Fiorino fa il suo esordio anche la versione EcoJet che consente un risparmio di carburante grazie al sistema Start & Stop, all'alternatore "intelligente" e alla pompa olio a cilindrata variabile. Abbinato al cambio robotizzato Comfort-Matic, rende possibili consumi pari a 3,8 litri ogni 100 km nel ciclo combinato, con emissioni di 100 grammi di CO2 al chilometro, un risparmio di carburante fino al 14% rispetto alla versione senza EcoJet con cambio manuale.

Disponibile in due configurazioni (Cargo e Combi), tre allestimenti (Base, SX e Adventure) e tre motorizzazioni (benzina, benzina/metano e gasolio), il Fiorino è destinato a confermare gli eccellenti risultati commerciali del capostipite - oltre 370.000 unità vendute - e consolidare ulteriormente la propria posizione sul mercato.
Un cenno particolare merita l'allestimento Adventure del Fiorino, pensato per tutti coloro che affrontano percorsi accidentati, ma anche semplicemente per non temere le condizioni meteorologiche dell'inverno. Tra le dotazioni si segnalano Traction+, ruote da 15" con pneumatici specifici M+S, sospensioni rialzate, protezioni laterali maggiorate e paraurti anteriore con piastra paramotore. La caratteristica principale del Fiorino Adventure è proprio il sistema elettronico del blocco differenziale Traction+, il dispositivo che agevola la guida in situazioni di bassa aderenza.
Il nuovo Fiorino mantiene tutti i sistemi di sicurezza del modello precedente: ABS con EBD, ESC completo di ASR, HBA, sistema Hill Holder, sensori di parcheggio e airbag anteriori e laterali. 

Il Doblò Cargo è la quarta generazione del veicolo Fiat Professional che offre più funzionalità, più prestazioni e più valore. Sono queste le linee guida che hanno permesso a Fiat Professional di progettare un veicolo al top della categoria per prestazioni e caratteristiche funzionali, capacità di carico e produttività, bassi consumi e ridotti costi di gestione. Queste peculiarità vincenti, unite a un migliore "Total Cost of Ownership" ne fanno un veicolo affidabile, distintivo e di maggiore valore per il cliente.

A seconda dei mercati in cui viene commercializzato, la gamma si compone di quattro body  (Cargo, Combi, Cabinato e Workup), una larghezza (1832 mm), due varianti di altezza (1845 mm / 2125 mm), due di lunghezza (4406 mm / 4756 mm), due passi (2755 mm / 3105 mm) e ben sette motorizzazioni: quattro turbodiesel, due a benzina e uno a benzina/metano. Si tratta dell'offerta più ampia del segmento con versioni e soluzioni che spaziano dai van ai veicoli speciali, fino alle versioni convertite per usi specifici. Erede di un modello vincente - dal 2000 a oggi è stato scelto da oltre 1 milione e 675mila clienti -  il Doblò Cargo punta a consolidare la propria leadership in questa fascia di mercato che rappresenta circa il 25% del totale europeo dei veicoli commerciali leggeri.

La capacità di carico e la volumetria del Doblò Cargo sono al top della categoria: infatti, può trasportare fino a più di 1 tonnellata di carico e vanta una volumetria fino a 5,4 m3.
Le generose le dimensioni interne garantiscono una lunghezza del vano di carico di 182 cm, sulle versioni a passo corto, e di 217 cm su quelle a passo lungo; una larghezza di 171 cm e un'altezza di 130 cm che diventa 155 cm nelle versioni a tetto alto. Inoltre, la misura tra i passaruota è di 123 cm di larghezza permettendo di sistemare fino a 2 europallet all'interno del vano di carico.
Il Doblò offre diverse tipologie di paratie di separazione della cabina dal vano di carico: girevoli, lastrate, vetrate, tubolari e a scaletta. Inoltre, sul pavimento del vano di carico sono presenti 6 ganci per trattenere e fissare i carichi in sicurezza e sulle pareti una o due plafoniere a seconda delle versioni che garantiscono un'adeguata illuminazione. Inoltre, è disponibile una pratica torcia asportabile. 

Doblò Cargo assicura i migliori livelli di handling e comfort di guida della categoria, grazie soprattutto alla sospensione posteriore Bi-link a ruote indipendenti - contenuto esclusivo nel segmento - che consente anche un sensibile incremento della capacità di carico con minimi ingombri. In dettaglio, attraverso la modularità dei suoi componenti (molle, ammortizzatori, tasselli elastici, barre stabilizzatrici eccetera), la sospensione Bi-link viene specificatamente calibrata a seconda delle caratteristiche e della missione del veicolo.

La gamma del Doblò Cargo è composta da quattro motori turbodiesel - 1.3 MultiJet2(da 80 CV o da 95 CV), 1.6 Multijet2  (da 105 CV o da 120 CV) - e due  motorizzazioni benzina: 1.4 da 95 CV e 1.4 TurboJet da 120 CV. Completa la gamma il propulsore a doppia alimentazione benzina/metano 1.4 TurboJet da 120 CV. Tutti i motori sono omologati Euro 6.
In particolare, i propulsori diesel appartengono alla famiglia Multijet di seconda generazione, sinonimo di tecnologia, performance ed economicità. Inoltre, i motori 1.3 MultiJet2 (da 80 CV e da 95 CV) e 1.6 MultiJet2 (da 105 CV e da 120 CV) sono disponibili anche in versione "EcoJet" e offrono una sensibile riduzione di consumi ed emissioni, grazie all'adozione del sistema Start&Stop, pneumatici a bassa resistenza al rotolamento, olio a bassa viscosità, alternatore "intelligente", pompa olio a cilindrata variabile e pacchetto aerodinamico. Il tutto consente di ridurre i consumi fino al 9% su 1.3 e fino al 12% su 1.6.
Un cenno speciale merita il propulsore bi-fuel (benzina/metano) che assicura prestazioni paragonabili alla versione benzina ma con tutti i benefici economici e ambientali offerti dal metano. In dettaglio, il 1.4 16v T-JET  Natural Power sviluppa una potenza massima di 120 CV (sia a benzina sia a metano) e valori di coppia progressivi (206 Nm a 3000 gir/min). Dunque, l'elasticità di marcia è elevata, con ridotto uso del cambio a 6 marce, per una guida piacevole e rilassata. Basta però spingere sull'acceleratore per avere una risposta grintosa, aiutati dalla ridotta inerzia del turbocompressore. Doblò Cargo Natural Power si conferma una vettura sia attenta all'ambiente - come dimostrano un livello di emissioni di C02 pari a 134 g/100km sul ciclo combinato - sia alle esigenze di spazio della famiglia attiva: infatti, la volumetria utile del bagagliaio resta invariata in quanto le bombole di metano sono posizionate sotto il pianale. La capacità totale è di 95litri, pari a 16,15 kg di gas naturale, per le versioni passo corto dotate di 4 bombole (le versioni passo lungo hanno 5 bombole contenenti 130 litri/22,1 kg di metano) cui vanno aggiunti i 22 litri di capacità del serbatoio di benzina.

Il Doblò Cargo si presenta con un design, esterno e interno, profondamente rinnovato e dalla chiara impronta automobilistica. Dal frontale più moderno e distintivo spiccano un inedito cofano (oggi più affusolato e coerente con la curva del tetto), i nuovi paraurti e una griglia anteriore di maggiori dimensioni, i nuovi gruppi ottici posteriori che sottolineano l'andamento orizzontale delle linee.  Nuovi nel design anche i cerchi in lega da 16" e le coppe ruota integrali.
Dal look compatto e distintivo, il Doblò Cargo propone importanti novità anche dentro l'abitacolo confermando una delle linee guida che contraddistingue il brand Fiat Professional: "creare un ambiente di lavoro eccellente per chi guida il veicolo". Oggi l'abitacolo del veicolo è caratterizzato da nuove soluzioni che lo rendono ancora più funzionale e confortevole come dimostrano le novità in termini di plancia, tessuti, volante, grafiche del quadro strumenti e pannelli delle porte.

L'impostazione tesa alla maggiore funzionalità è ben visibile nella panchetta multifunzionale anteriore che consente di usufruire di 3 sedili e presenta, sotto di essa, un ampio vano portaoggetti. Il sedile centrale è ripiegabile e può essere sfruttato come bracciolo o comodo portadocumenti, mentre quello laterale è anch'esso ripiegabile per consentire il trasporto di lunghi oggetti e relativo ancoraggio tramite i pratici ganci di trattenimento nel retro-schienale. Infine, sono funzionali anche gli specchi esterni abbattibili a comando elettrico.
Lo stile al servizio della funzionalità si evince anche da altri elementi come, ad esempio, l'ampia gamma di pratici vani portaoggetti, il cassetto anteriore con chiave e apertura rallentata, le bocchette di dimensioni maggiore per un miglior confort climatico e il volante con migliore ergonomia.
Funzionale è anche il vano di carico come dimostrano la sua forma regolare, le maniglie ergonomiche (sia del vano che della  cabina), oltre alla pratica apertura a 180° delle porte posteriori che ne consentono un accesso comodo e agevole, soluzioni specifiche e uniche nella categoria.

Il Doblò Cargo propone il noto sistema multimediale Uconnect 5" Nav LIVE touchscreen, l'ultima frontiera dell'infotainment, che fornisce una grande varietà di funzionalità quali sistema vivavoce con tecnologia Bluetooth e riconoscimento vocale, oltre che la radio digitale (DAB) e la connessione a dispositivi multimediali via USB o tramite l'ingresso ausiliare 3.5mm (Jack). Il sistema è inoltre dotato di sms reader, per leggere attraverso la tecnologia "text to speech" i messaggi di testo ricevuti sui telefoni compatibili.
Con i servizi Uconnect LIVE, è possibile scaricare l'applicazione Uconnect LIVE dall'Apple Store o dal Google Play Store sul proprio smartphone. Una volta connessi, le applicazioni saranno visualizzate e controllate direttamente dallo schermo touchscreen del sistema UconnectTM. In particolare, è possibile accedere a eco:Drive, la premiata app sullo stile di guida che aiuta il guidatore nella riduzione del consumo  di carburante e delle emissioni di CO2 e a my:Car che permette al guidatore di gestire al meglio la manutenzione del proprio veicolo.
UconnectTM 5" Nav LIVE è dotato di navigazione integrata TomTom 2.5D, comandi vocali e funzione TomTom IQ Routes®, il modo più semplice per calcolare il percorso più veloce, basandosi sulle reali velocità medie misurate. Non ultimo, i conducenti possono viaggiare in completa sicurezza ricevendo istruzioni "turn by turn" sul quadro strumenti quando altre funzioni sono attive sulla radio.
Infine, per un'efficiente gestione della flotta il Doblò Cargo mette a disposizione l'innovativo Gateway, il dispositivo installato direttamente sul veicolo che, interfacciandosi con la rete di bordo, consente di rilevare e rendere disponibili tutte le informazioni relative allo stato del mezzo in formato FMS (Fleet Management System).

Per una tenuta di strada, costante e prevedibile, il Doblò adotta di serie i più avanzati dispositivi elettronici per il controllo della stabilità quali l'ABS con il correttore elettronico di frenata EBD, l'ESC completo dei sistemi ASR (Anti Slip Regulation), HBA (HydraulicBrake Assist) e Hill-Holder che assiste il guidatore nelle partenze in salita. Gli airbag frontali e laterali anteriori, che svolgono la funzione protettiva sia per la testa sia per il torace, oltre al sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici, completano l'equipaggiamento dedicato alla sicurezza.
Inoltre, il Doblò Cargo propone, a richiesta, il sistema Traction+ che garantisce maggiore trazione anche su superfici ad aderenza differenziata (ad esempio con una ruota su neve o fango), senza appesantire il veicolo e aumentare i costi di gestione (come accade ad esempio con i sistemi 4x4). In dettaglio, in caso di spunti e partenze su fondi scivolosi, il sistema  toglie coppia alla ruota motrice che slitta e la trasferisce a quella con maggiore grip ristabilendo la trazione. Il sistema Traction+ si attiva fino a 50 km/h e solo quando serve, con l'apposito tasto. 

Web Magazine Passione Auto Italiane: Seguici cliccando qui
Facebook, Google+, Twitter, Instagram e YouTube @Passione_AUTO_Italiane
Render, Foto, Sponsor, Contatti...: redazionewm@outlook.com


Nessun commento:

Posta un commento

Controllo anti SPAM ATTIVO!!! Spam e offese vengono eliminati in automatico!!!