Facebook - Google+ - Twitter - Instagram - YouTube -
passioneautoitaliane.it - redazionewm@outlook.com

venerdì 4 marzo 2016

FCA annuncia un piano per la creazione di un gruppo leader nel settore dell’editoria



Fiat Chrysler Automobiles ha annunciato la volontà di procedere ad un'operazione finalizzata alla creazione del primo gruppo editoriale italiano operante nel settore dell'informazione e, coerentemente con la decisione di concentrare le proprie attività nel settore automobilistico, di distribuire ai propri soci tutte le partecipazioni detenute nel settore editoriale.

FCA ha sottoscritto un Memorandum d'Intesa che prevede la fusione di ITEDI S.p.A., società controllata operante nel settore dell'editoria e dell'informazione ("Itedi"), con la società italiana Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. ("GELE" e "Fusione").

La fusione darà vita al leader italiano nel settore dei quotidiani e periodici, con un forte potenziale a livello di ricavi e di efficienze. Sulla base del range di valutazione preliminare stabilito tra le parti, a seguito della fusione FCA deterrà il 16% circa del capitale sociale del nuovo gruppo, mentre il socio di minoranza di FCA nel settore dell'editoria, Ital Press Holding S.p.A. (controllata dalla famiglia Perrone), ne deterrà il 5% circa. 

Il Memorandum è vincolante per le parti e, subordinatamente al verificarsi delle condizioni del Memorandum, prevede che esse sottoscrivano accordi definitivi relativi all'operazione entro il 30 giugno 2016. Il perfezionamento della fusione è previsto nel primo trimestre del 2017, subordinatamente all'ottenimento delle necessarie autorizzazioni da parte delle competenti autorità e al verificarsi delle condizioni sospensive tipiche per operazioni di tale tipologia (quali ad esempio il completamento delle attività di due diligence e l'ottenimento delle necessarie autorizzazioni societarie). A seguito del perfezionamento della fusione e nei tempi tecnici necessari, FCA distribuirà l'intera partecipazione detenuta nel nuovo gruppo ai possessori delle proprie azioni ordinarie. 

Coerentemente con la decisione di concentrarsi nelle attività automobilistiche, e prima di procedere con le citate operazioni di fusione e distribuzione, FCA distribuirà ai propri soci l'intera partecipazione detenuta in RCS MediaGroup S.p.A. Con questa operazione giunge a compimento il ruolo svolto, prima da Fiat e poi da FCA, per senso di responsabilità nel corso di oltre quarant'anni, che ha permesso di salvare il Gruppo editoriale in tre diverse occasioni, assicurando le risorse finanziarie necessarie a garantirne l'indipendenza e quindi a preservarne l'autorevolezza. In seguito al rinnovo del proprio Consiglio di Amministrazione, oggi RCS Mediagroup dispone di una leadership chiara e di un Piano Industriale che stabilisce gli obiettivi al 2018, la cui realizzazione è già iniziata con buone evidenze sull'andamento dell'anno in corso.

Web Magazine Passione Auto Italiane: Seguici cliccando qui
Facebook, Google+, Twitter, Instagram e YouTube @Passione_AUTO_Italiane
redazionewm@outlook.com

4 commenti:

  1. Vendete tutto e fate solo auto, FCA è nata per fare auto e non giornali.

    RispondiElimina
  2. sinceramente il gruppo deve investire molto sul marketing e pubblicità perchè finora le pubblicità televisive del gruppo fca-alfa sono davvero ridicole e a volte vergognose (come la pubblicità demenziale della 500x con il buffone Stiller, costato inutilmente un sacco di soldi)...
    Ultimamente in tv si vedono pubblicità del gruppo Audi... addirittura anche della R8.... e in casa fca cosa trasmettono??? le rottamazioni fiat e 500L trekking... e poi??? nessuna pubblicità sulla (bentornata) Giulia; nessuna pubblicità sulla MiTo my2016 (con quel bellissimo musetto); nessuna pubblicità sulle Tipo; nessuna pubblicità sulla Giulietta....
    intanto la vagtruffagen manda in onda pubblicità (senza vergogna dello scandalo) e contemporaneamente le vendite in Italia aumentano come se lo scandalo dieselgate non è successo niente...
    E loro spendono soldi per l'editoria.......
    DF

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se possono permettermi, la Giulia (le versioni "normali"), la Mito, la Giulietta e le Tipo 5 porte e SW sono state appena presentate, quindi diamo un po' di tempo.
      Per la precisione la Giulia QV è stata presentata in uno spot in televisione a maggio 2015 dopo essere stata svelata al Museo Alfa. Anche la Tipo 4 porte è stata pubblicizzata in autunno. ;)

      Elimina
    2. la Giulia QV, è stata sì presentata nello spot tv x 1 mesetto e poi silenzio assoluto..... intanto Mercedes, Audi, Land Rover, Jaguar continuano a fare pubblicità in tv...
      Vediamo cosa faranno con le MiTo, Giulietta, Tipo, ecc ecc ecc...
      DF
      DF

      Elimina

Controllo anti SPAM ATTIVO!!! Spam e offese vengono eliminati in automatico!!!