Dichiarazioni di Marchionne sul futuro di FCA



Sergio Marchionne ha parlato delle eventuali alleanze internazionali e sull’andamento dei mercati mondiali. L'amministratore delegato di FCA ha bocciato l’ipotesi di un alleanza con PSA, ventilata da Carlos Tavares di PSA. Per Marchionne sono “troppo bassi i possibili vantaggi derivanti da questa associazione” che “finirebbe per limitare le mosse di FCA, chiudendola in un angolo e rafforzandone la posizione in Europa, senza risolvere il problema fondamentale dell’industria”. FCA è un partner “ideale per alcuni” perché è in grado di “coprire in modo intelligente tre parti del globo: Nord America, Europa e America Latina”.


FCA gode in questo momento di buona salute. “Melfi sta andando bene”, ha dichiarato Marchionne, “Mirafiori è partito con la Levante” e godrà presto di “una nuova serie di esportazioni destinate a tutto il mondo”. Anche per la Giulia, che arriverà negli Usa probabilmente nel terzo trimestre dell’anno, è partita la produzione. “Sono tutti segnali incoraggianti”. “Il mercato americano continua ad andare bene, così come quello europeo”. “FCA non ha cattive notizie da dare”; unica eccezione, l’America Latina, che “resta un problema per tutti”, anche per la turbolenta situazione politica che colpisce il Brasile. Le cose vanno meglio in Argentina, grazie anche alla nuova presidenza di Macri, “ma si tratta di un mercato dal peso troppo piccolo”.

Jeep va molto bene e adesso si tratta di “fare un grandissimo lavoro per quanto riguarda la sua espansione in tutta Europa”. Un lavoro che il manager giudica “appena iniziato” e che richiederà “parecchi anni per ottenere un livello di saturazione come rete di distribuzione”. Ma, dopo anni di sacrifici, l’azienda è “entrata finalmente in un momento di sviluppo della gamma di prodotti, specialmente di Fiat e Alfa”, che porterà benefici all’Italia e all’Europa intera.

Per il ceo di FCA “tra cinque anni ci saranno delle vetture che, in alcune circostanze, si guideranno da sole, con il pilota che avrà la possibilità di prendere il controllo della vettura” quando lo riterrà opportuno. Anche FCA sta, inevitabilmente, lavorando su questi progetti, dialogando anche con realtà esterne al mondo dell’automotive: è il caso di “soggetti (Google e Apple) che stanno giocando un ruolo piuttosto importante nella riformulazione di quello che poteva essere l’industria dell’auto”. In questo caso, Marchionne, esclude scelte che “possano limitare le opportunità di FCA” e opterà per una “soluzione condivisa, sviluppata insieme e non da soli”. Marchionne ha ribadito gli investimenti che FCA sta facendo in Italia, da Melfi a Mirafiori.

Web Magazine Passione Auto Italiane: Seguici cliccando qui
Facebook, Google+, Twitter, Instagram e YouTube @Passione_AUTO_Italiane
redazionewm@outlook.com

Commenti

  1. ... speriamo bene, i lavoratori e il "made in Italy" ne ha bisogno

    RispondiElimina
  2. Bravo Sergio, psa non serve a nulla creerebbe solo inutili sovrapposizione chiusure di stabilimenti, serve un partner orientale, per un'alleanza industriale senza scambi azionari in modo di essere liberi, si va sulla direzione giusta, per un'alleanza industriale io punterei su Mazda o Suzuki.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pienamente d'accordo con te.
      Oltretutto con entrambi, ci sono in essere collaborazioni. Con Mazda per la 124 Spider, mentre con Suzuki, la fornitura dei motori 1.6 diesel.
      Mazda potrebbe essere il partner ideale, per l'erede della Punto.

      Elimina
    2. Più che l'erede della Punto, si cerca un partner per le eredi della Dart e della 200 che sono auto più costose della Punto, Mazda con la piattaforma della Mazda6 andrebbe benessimo.

      Elimina
  3. Concordo, sarebbero partners ideali: esistono già delle collaborazioni, sono forti sui mercati asiatici, non sono troppo 'ingombranti', hanno tecnologie e modelli tecnologicamente interessanti. Qualche inevitabile sovrapposizione c'è, ma l'ostacolo principale suppongo siano gli altri big che hanno intrecci azionari con suzuki (Volkswagen) e Mazda (Ford). Forse dati i pessimi rapporti fra la proprietà suzuki ed i tedeschi, potrebbe aprirsi uno spazio, anche perchè VAG ha bisogno di soldi per il dieselgate.

    RispondiElimina

Posta un commento

Controllo dei messaggi

Post popolari in questo blog

Dalla Germania arriva la conferma dell'arrivo di 4 Alfa Romeo e 3 Fiat entro il 2019. Ecco quali...

Commento sulle voci dell'arrivo di una nuova Fiat

Fiat C-SUV 2019

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, il SUV più veloce del mondo con il record sul giro al Nürburgring

Nuova Fiat Punto potrebbe rimanere a Melfi

All’esordio su Giulietta i nuovi Pack Tech con Apple CarPlay e Android Auto e Pack Carbon Look

Al via gli ordini della Fiat 500X Model Year 2018 con Apple Car Play, Android Auto e Uconnect 7"

Perché Lancia è arrivata ad avere la sola Ypsilon solo per l'Italia. La storia dagli anni 90 ad oggi.