Dichiarazioni di Sergio Marchionne dal Salone di Detroit


"Il discorso del consolidamento è inevitabile. I costi nel nostro settore non cambieranno, anzi. Aggregarsi e condividere i costi è un obiettivo che resta invariato, anche se l'industria sta provando a cambiare pelle".
Anzi, i costi aumenteranno: con la complessità delle scelte industriali, il peso degli investimenti sui conti si aggraverà. Consideriamo per questo il consolidamento essenziale, ma vista la situazione dei mercati e i nostri obiettivi in termini di partner, abbiamo deciso di rimettere al centro il nostro piano al 2018. Proprio alle cinque di stamattina a casa mia lo abbiamo riesaminato.

Il 2015 è andato oltre le aspettative e siamo nella fascia alta della guidance. A fine gennaio vedrete che la distanza per raggiungere gli obiettivi del 2018 non è enorme. Sono risultati fattibili ma non sarà comunque facile. In ogni caso, dal 2004 a oggi abbiamo fatto molta più strada di quanta ce ne resta.

Entriamo in questa nuova fase con ottimi risultati nel 2015 a partire da quelli di Jeep, un marchio che riuscirà a incrementare ancora il ritmo di crescita da qui al 2018. Raggiungere i nostri obiettivi ci libererà anche da quelli che Renzi chiama i gufi: dobbiamo provare a loro e a noi stessi che sapremo arrivare al 2018 senza l'aiuto di nessuno.

"Per quanto riguarda l'ingresso di Google con la guida autonoma non stiamo realmente scoprendo niente di nuovo. Il nostro settore genera concetti nuovi in maniera molto naturale. Cambieremo, la tecnologia ha un forte impatto sullo sviluppo delle settore, ma la relazione con Google e altri agenti di cambiamento è naturale, aperta e non antagonista.

Continueremo a lavorare con loro e con altri, come abbiamo sempre fatto. Senza il bisogno che io vada a Las Vegas a fare discorsi alla Tom Cruise: siamo umili e non ne abbiamo bisogno. Tutto il lavoro che stiamo facendo lo vedrete sulle vetture: quella è l'unica prova di quanto sappiamo fare, il resto è tutta fuffa.

Ricordo colleghi che annunciavano gamme al 90% elettriche, ma la verità oggi è che nessuno riesce a guadagnare con le zero emissioni. Nemmeno Elon Musk, che pure io considero il guru del settore. Non bisogna innamorarsi di un'idea che può avere conseguenze finanziarie disastrose.



Passione Auto Italiane - Social @Passione_Auto_Italiane - redazionewm@outlook.com 

Commenti

Post popolari in questo blog

Prodotta oggi a Pomigliano d'Arco la milionesima Fiat Panda

Alfa Romeo Giulia si aggiudica il titolo di “Auto dell’Anno 2018” in Nord America

Cosa vedremo prossimamente

Nuovo investimento di 42 milioni a Pomigliano d'Arco. A inizio 2018 l'annuncio dell'arrivo di una Nuova Alfa Romeo

Alfa Romeo Giulia 2.0 Turbo 48V Mild Hybrid

Nel 2019 ricorreranno i 40 anni della Lancia Delta. Si potrebbe almeno fare una nuova Delta? SI! Ecco come...