Facebook - Google+ - Twitter - Instagram - YouTube -
passioneautoitaliane.it - redazionewm@outlook.com

giovedì 9 luglio 2015

Camp Jeep seguito da Fiat Ducato MEC


Ancora pochi giorni e l'affascinante Vallée Bleue, a pochi chilometri da Lione (Francia), accoglierà un evento unico nel suo genere: la seconda edizione del Camp Jeep, il raduno internazionale dedicato a tutti i possessori e appassionati del leggendario brand a sette feritoie. Organizzato dal Jeep Owners Group (JOG), l'unico club ufficiale gestito dal marchio e già attivo in 17 Paesi dell'area EMEA, il raduno pone in risalto il forte senso di appartenenza al mondo Jeep e, al tempo stesso, offre la possibilità di mettere alla prova le eccezionali capacità off-road che contraddistinguono ogni esemplare 4x4 Jeep.

Il Camp Jeep si preannuncia, quindi, una grande appuntamento che si prefigge di superare i numeri della prima edizione svoltasi nella tenuta di caccia Riserva Oppici (Parma). E molti dei partecipanti del primo Camp Jeep hanno deciso di ritrovarsi a Torino la mattina del 10 luglio per partire tutti insieme verso la Vallée Bleue formando così una straordinaria parata di vetture Jeep accomunate dallo stessa voglia di libertà e avventura.

Il costo di partecipazione ai tre giorni del Camp Jeep 2015 è di 95 euro per ciascuna vettura Jeep iscritta (135 euro per chi non è ancora membro di JOG) mentre il pass per un giorno costa 50 euro (65 euro per chi non è iscritto a JOG). Per registrarsi all'evento è possibile accedere al sito dedicato Camp Jeep. Sono accettati esemplari di serie o "customizzati"' e
l'iscrizione darà diritto al proprietario e ai suoi accompagnatori l'accesso a tutte le attività del Camp Jeep e di affrontare i quattro circuiti di diversa difficoltà, segnalati dai colori verde, blu, rosso e nero. Proprio come accade con le piste da sci, i percorsi rosso e nero sono riservati a equipaggi esperti a bordo di vetture Jeep dotate di una specifica preparazione per affrontare i "trick" e gli ostacoli più impegnativi.

Il Camp Jeep è dunque un'avventura in fuoristrada in puro stile "Jeep Jamboree", il classico raduno americano pensato principalmente per mettere in risalto le emozioni che si provano entrando a far parte della grande famiglia Jeep, una due-giorni all'insegna del test-driving e dell'avventura pura, genuina che solo Jeep sa regalare. Ogni anno vengono organizzati una trentina di eventi: dalla California fino al Maine, dall'Arizona fino al Tennessee. In tutte le sue varianti, il Jeeper Jamboree ripropone ancora oggi la formula vincente del primo raduno che si svolse nel 1953 sul leggendario Rubicon Trail, tra le montagne della Sierra Nevada.

Nel rispetto del più genuino spirito Jeep, l'ingresso alla location è aperto e gratuito anche a chi non ha una vettura Jeep ma che ne condivide i valori autentici del marchio americano. Non a caso, quest'anno il claim della manifestazione è "In Adventure We Trust!", un motto che sintetizza bene una delle due anime del brand Jeep: quella più avventurosa, grazie alla tecnologia affinata in 74 anni sui percorsi più ostili e i luoghi più impervi; e quella più raffinata, da cui deriva la premiumness di Jeep che, attraverso interni pregiati ed esterni dalla forte personalità, consentono alle sue vetture di farsi notare anche nei contesti metropolitani più esclusivi. Per questo motivo gli ospiti del Camp Jeep avranno la possibilità di conoscere da vicino e provare l'intera gamma Jeep: la Grand Cherokee, il SUV più premiato di sempre; la Wrangler, l'iconica Jeep che incarna il claim "Go anywhere, Do anything"; la Renegade, il pluripremiato SUV compatto dalla vocazione off-road; la Cherokee, un modello sempre fedele alla tradizione Jeep ora anche con l'innovativo motore turbodiesel 2.2 Multijet II da 200 CV.

Sull'area del Camp Jeep saranno allestiti un villaggio che rispecchia gli stilemi del brand, un campeggio attrezzato per pernottare e diverse aree tematiche per vivere una coinvolgente "brand experience" come il Wrangler Stage sul quale si terranno le attività di intrattenimento. E per accrescere l'atmosfera unica di questa grande festa firmata Jeep sono in programma esposizioni di vetture storiche, spettacoli, barbecue, attività per i più piccoli e concerti di musica dal vivo. Inoltre, grazie agli esperti collaudatori della Jeep Academy, sarà possibile provare le emozioni della guida off-road superando prove di abilità e "trick" estremi allestiti in un'area tecnica.

Un cenno particolare meritano tre esemplari storici che il pubblico potrà ammirare al raduno francese: una leggendaria CJ-2A e due esemplari della CJ Levi's. La prima vettura è la versione a uso civile della storica Willys MB del 1941 nata per l'esercito degli Stati Uniti e generalmente considerata il primo fuoristrada dell'industria automobilistica. Invece la CJ Levi's è il primo Renegade prodotto 40 anni fa che al Camp Jeep è presente sia nella versione originale del 1975 sia in quella "Hot Rod", una showcar realizzata dal Jeepers Club Milano quale tributo al modello degli anni Settanta.

Ma lo spirito Jeep si può manifestare in tanti altri modi che non si riconducono alla guida off-road. Ad esempio, ci si può mettere al manubrio di una moto d'acqua o buttarsi giù per il fiume con un kayak. O trascorrere una giornata fuori dagli schemi con la propria famiglia in un parco giochi fuori dal comune. Quest'anno, infatti, il Camp Jeep propone una lunga serie di attività sportive e ludiche a prezzi agevolati: è anche questo un tratto distintivo di chi ama l'avventura e sceglie sempre una vettura Jeep come compagna di viaggio.

Grande interesse susciterà lo store Mopar - il brand di riferimento per i servizi, il customer care, i ricambi originali e gli accessori per i marchi FCA - dove acquistare alcuni accessori originali Mopar ed  esclusivi prodotti di abbigliamento o merchandising dedicati ai modelli Jeep e ai soci di JOG. E ulteriore dimostrazione del forte legame tra i due marchi americani, è rappresentato dall'esposizione di tre showcar Jeep contraddistinte da livree speciali e accessori esclusivi by Mopar: Wrangler Unlimited "Night Rock",  Wrangler Rubicon "Dark Side" e Renegade "Hard Steel". Esemplari unici che ribadiscono la predisposizione dei modelli Jeep a essere personalizzati. Ciò che non cambia è la loro straordinaria capacità di adattarsi a ogni situazione: dai locali di grande tendenza sino al sentiero più impervio.

I video e fotografie dell'evento, oltre al sito Jeep Owners Group, saranno disponibili anche sui canali social di Jeep-People e Jeep Italia:

Domani l'affascinante Vallée Bleue, a pochi chilometri da Lione (Francia), accoglierà un evento straordinario: la seconda edizione del Camp Jeep, il raduno internazionale dedicato a tutti i possessori e appassionati del leggendario brand a sette feritoie. Organizzato dal Jeep Owners Group (JOG), l'unico club ufficiale gestito dal marchio e già attivo in 17 Paesi dell'area EMEA, il raduno pone in risalto il forte senso di appartenenza al mondo Jeep e, al tempo stesso, offre la possibilità di mettere alla prova le eccezionali capacità off-road che contraddistinguono ogni esemplare 4x4 Jeep.

Sull'area del Camp Jeep saranno allestiti un villaggio che rispecchia gli stilemi del brand, un campeggio attrezzato per pernottare e diverse aree tematiche per vivere una coinvolgente "brand experience" come il Wrangler Stage sul quale si terranno le attività di intrattenimento.

Anche Mopar, il brand di riferimento per i servizi, il customer care, i ricambi originali e gli accessori per i marchi FCA, susciterà grande attenzione. All'interno del Camp Jeep ci saranno due spazi distinti dove conoscere le ultime novità firmate Mopar: da una parte, lo store ufficiale dove acquistare gli esclusivi prodotti di abbigliamento o merchandising dedicati ai modelli Jeep e ai soci di JOG. Dall'altra parte, un'area specifica presso la quale sarà possibile ammirare e comprare accessori Mopar realizzati per i modelli Wrangler e Renegade. In entrambi gli stand saranno presenti gli esperti dei brand Jeep e Mopar con cui confrontarsi e ricevere utili consigli per personalizzare le proprie vetture.

Ulteriore dimostrazione del forte legame tra i due marchi americani è rappresentato dall'esposizione di tre showcar Jeep contraddistinte da livree speciali e accessori esclusivi by Mopar: Wrangler Unlimited "Night Rock", Wrangler Rubicon "Dark Side" e Renegade "Hard Steel". Esemplari unici che ribadiscono la predisposizione dei modelli Jeep a essere personalizzati. Ciò che non cambia è la loro straordinaria capacità di adattarsi a ogni situazione: dai locali di grande tendenza sino al sentiero più impervio.

In particolare, la Jeep Wrangler "Night Rock" è un prototipo basato sulla versione "Unlimited" privata delle porte e del tetto, a dimostrazione della grande versatilità e della possibilità di renderla completamente cabrio. La serie speciale presenta una preparazione tecnica estrema adatta per il fuoristrada più impegnativo, e una configurazione estetica votata all'off road, in cui nessun dettaglio è tralasciato: cofano "Performance" con prese d'aria, griglia a reticolo "mesh", kit di rialzo delle sospensioni e pneumatici maggiorati. La vernice nera e i faretti supplementari sottolineano l'aspetto aggressivo della showcar nata dalla collaborazione tra i marchi Jeep e Mopar.

La seconda vettura customizzata Mopar era la Wrangler "Dark Side" che nasce sulla base della versione Rubicon ed è equipaggiata con il turbodiesel da 2,8 litri con cambio automatico a cinque marce. Questa versione speciale presenta paraurti off road, gancio traino e verricello, cofano performance e scarico cromato, oltre agli interni in pelle specifici.

Al suo fianco la Jeep Renegade Trailhawk "Hard Steel" che coniuga un look metropolitano con un'attitudine alle avventure estreme: pneumatici maggiorati, assetto rialzato, cofano performance, griglia e calotte specchi nero opaco. L'aspetto "tecnologico" della showcar viene reso esteticamente dalla livrea Brushed Steel, un trattamento della carrozzeria che rinvia ai mondi dell'aviazione e della nautica d'avanguardia. Il tutto esaltato dal contrasto cromatico del nero opaco utilizzato per numerosi elementi quali griglia, barre tetto, calotte degli specchi, cerchi in lega da 16", fasce paracolpi laterali, prese d'aria del cofano, parafanghi e paraurti. Ulteriore peculiarità della showcar è il trailer agganciato dietro che riprende il design "vitaminizzato" della vettura.

Infine, all'evento francese sarà presente anche il MEC (Mopar Express Care). Si tratta di un veicolo, su base Fiat Ducato, che diventa una vera e propria officina mobile con un'area accettazione, un'area diagnosi e un'area per gli interventi, al camp Jeep il MEC presterà assistenza  ai veicoli coinvolti nella varie attività. Tra i servizi disponibili vi è la possibilità di eseguire un check-up elettronico della propria vettura Jeep tramite tablet (wiADVISOR), anche grazie all'accesso dedicato a Internet e all'ampio schermo piatto da 32" in dotazione che permette la completa trasparenza dell'intervento a beneficio del cliente.














Nessun commento:

Posta un commento

Controllo anti SPAM ATTIVO!!! Spam e offese vengono eliminati in automatico!!!