Jeep inaugura un Temporary Store a Milano



È stato inaugurato il Temporary Store Jeep che, per tutta la durata dell'Expo 2015, accoglierà il grande pubblico nel quartiere di Porta Nuova, il nuovo cuore di Milano. Si tratta di un'area espositiva di 500 metri quadrati che consente di conoscere il mondo Jeep - fatto di valori autentici e della gamma di SUV più premiata di sempre - attraverso una coinvolgente "brand experience".  Allestito secondo gli stilemi del marchio, il Temporary Store Jeep si trova nell'affascinante piazza Gae Aulenti, esempio di un perfetto recupero architettonico che traccia l'inizio di una nuova via urbanistica, e si integra perfettamente tra i quartieri Isola, Corso Como e Brera.

A poche centinaia di metri sorge Porta Garibaldi che accoglie i visitatori con la nuova campagna di affissione Jeep, declinata in diversi e innovativi formati, impreziosita da immagini di paesaggi memorabili e luoghi incontaminati, visti attraverso l'iconica griglia a sette feritoie. Una soluzione creativa originale che sottolinea come solo  guidando una vettura Jeep
si possano "esplorare" momenti entusiasmanti  e unici. Un'operazione di comunicazione resa ancora più completa grazie al servizio che collega le affissioni al mondo del web. Inviando un sms al numero indicato, infatti, si riceve immediatamente il link al programma delle iniziative Jeep in zona Gae Aulenti. Un vantaggio per chi è sempre in movimento ma vuole essere costantemente aggiornato.

Chiunque visiti il Temporary Store Jeep può  vivere un'entusiasmante esperienza di viaggio simulato utilizzando "Samsung Gear VR", un visore per la realtà virtuale prodotto da Samsung in collaborazione con Oculus. Questo dispositivo garantisce un'avventura immersiva grazie alla visione avvolgente dei video a 360° girati da Jeep, in Marocco, per testare le leggendarie capacità 4x4 della Cherokee, che ora è ordinabile anche con l'innovativo 2.2 Multijet di seconda generazione da 200 CV. In questo modo, comodamente seduti a bordo del medium SUV Jeep in pieno centro a Milano, si è catapultati nell'Agafay, il deserto di pietra marocchino, accanto a un driverprofessionista. La qualità dei filmati e la dinamica di fruizione intuitiva rendono l'attività estremamente realistica. Sarà possibile esplorare tre diversi percorsi, e scegliere la visuale interna o esterna alla vettura. Entrambe le prospettive mettono in luce le qualità della Jeep Cherokee, che sono descritte approfonditamente all'interno di schede interattive consultabili durante l'esperienza.

Non solo esperienze virtuali: all'interno del Temporary Store Jeep è possibile infatti ammirare tutta la gamma Jeep, dal Grand Cherokee, il SUV più premiato di sempre, alla Wrangler, l'iconica Jeep che incarna il claim "Go anywhere, Do anything" passando per la nuova Cherokee, una Jeep fedele alla tradizione con un design all'avanguardia e Renegade, il SUV compatto dalla vocazione off-road. Oltre ai modelli attuali sarà esposta una storica Willys-Overland del 1941 nata per l'esercito degli Stati Uniti e antesignana del primo esemplare Jeep ad uso civile - denominato CJ-2A e prodotto di serie nel 1945 - che è generalmente considerato il primo fuoristrada dell'industria automobilistica.

Esposta anche la Wrangler "Stealth", la versione speciale che dimostra la naturale propensione di Jeep alla personalizzazione. Quest'indole ben si sposa alle innumerevoli possibilità offerte dagli accessori Mopar, il punto di riferimento per servizi, ricambi, accessori e customer care di tutti i marchi di FCA, che accentuano ora l'aspetto estetico, ora l'anima più off-road.  Wrangler "Stealth", ad esempio, presenta una preparazione tecnica estrema - adatta per il fuoristrada più impegnativo - ed estetica, in cui nessun dettaglio è tralasciato. Inoltre, all'interno dello spazio è possibile acquistare accessori Mopar, adatti alle diverse esigenze dei possessori di vetture Jeep, e merchandising di Jeep.

Presso lo spazio Jeep, è anche possibile avvicinarsi al Jeep Owners Group, il club che riunisce tutte le persone che condividono il mondo valoriale del marchio. A disposizione informazioni e modalità di iscrizione, possibilità di acquistare il merchandising dedicato e accesso ad agevolazioni e sconti per chi desidera entrare a far parte della community e partecipare a eventi esclusivi come il Camp Jeep, l'evento dell'anno organizzato dal brand in Francia nella Vallèe Bleue.

Dopo essersi distinta su tutti i terreni e in tutte le situazioni, Jeep sarà anche protagonista nei cieli del quartiere di Porta Nuova. In quanto Main Partner del progetto "MiColtivo. The Green Circle", che rientra nel palinsesto di iniziative civico - culturali dedicate alla "Porta Nuova Smart Community", promosso da Fondazione Riccardo Catella per il 2015,  il brand Jeep offrirà ai visitatori la possibilità di ammirare Milano e i suoi cambiamenti urbanistici dall'alto. A partire dall'8 agosto e fino al 25 ottobre, infatti, ogni fine settimana una mongolfiera si librerà per 20 metri, offrendo ai suoi ospiti un panorama emozionante della città e un senso di libertà in puro spirito Jeep.

Il cuore del progetto è l'opera d'arte ambientale "Wheatfield" di Agnes Denes, promossa da Fondazione Riccardo Catella, in collaborazione con Fondazione Nicola Trussardi e Confagricoltura: un campo di grano che si estende per cinque ettari al centro dell'area di Porta Nuova, accanto al Temporary Store Jeep. in particolare, "Wheatfield", che da fine febbraio coinvolge i cittadini nelle varie fasi della coltivazione, è stata realizzata per la prima volta da Agnes Denes nel 1982 a New York; l'artista ha accettato l'invito di riprodurre l'opera a Milano, in occasione di Expo 2015, per riportare l'attenzione del pubblico su alcuni valori universali come la condivisione del cibo e dell'energia, la salvaguardia del territorio e dell'ambiente, la crescita sociale ed economica nel rispetto degli individui e delle comunità.

Dopo il raccolto di "Wheatfield", previsto a luglio, il grano lascerà spazio all'erba medica che ricoprirà l'area fino all'arrivo dell'autunno, costellata dalle balle di fieno lasciate sul campo durante la mietitura. La prospettiva privilegiata dalla mongolfiera consentirà così di apprezzare dall'alto un panorama unico: i futuristici grattacieli di Porta Nuova immersi in un contesto agricolo urbano inusuale composto dal campo di erba medica e dal grande orto didattico di 4.000 metri quadri di "Coltiviamo insieme!", la seconda tappa del progetto "MiColtivo. The Green Circle".

Sempre affacciato su piazza Gae Aulenti, continua il successo del locale "JSet Replay The Stage". Nato nel 2011, il progetto JSet porta il marchio Jeep nelle località di maggiore tendenza in Europa,  offrendosi  quale luogo di incontro privilegiato per gli appassionati Jeep e per tutti coloro che si riconoscono nei valori di avventura, autenticità, libertà e passione del leggendario marchio americano.

Jeep ha scelto il locale "The Stage", che si trova al primo piano del multistore Replay e ospita un raffinato ristorante, diventato un punto di riferimento per Milano e dove il leitmotiv è il mondo nautico. Un luogo moderno e d'impatto, intrigante dove l'impressione del consumatore è quella di trovarsi nel cuore di una nave appena varata. Le finiture di pregio sono quelle di uno yacht di lusso.  I pavimenti sono in legno nobile e le pareti sono rivestite in perline di legno lucido leggermente ondulato; il soffitto in mogano africano è a forma di carena di nave rovesciata. Tra i vari ambienti, l'ampia sala principale con annesso sushi bar e un fornito wine bar.

Qui è possibile scoprire la doppia anima di un brand icona: quella più avventurosa, grazie alla tecnologia affinata in 74 anni sui percorsi più ostili; e quella più raffinata, da cui deriva la premiumness di Jeep che, attraverso interni pregiati ed esterni dalla forte personalità, consentono alle sue vetture di farsi notare anche nei contesti metropolitani più esclusivi. Il JSet di Milano, a tema nautico, dopo quelli Courmayeur, Monte Carlo, Ibiza, Marrakech e Dubai sottolinea come una vettura Jeep si trovi a proprio agio in qualsiasi ambiente urbano e naturale.

Commenti

Post popolari in questo blog

Prodotta oggi a Pomigliano d'Arco la milionesima Fiat Panda

Alfa Romeo Giulia si aggiudica il titolo di “Auto dell’Anno 2018” in Nord America

Cosa vedremo prossimamente

Alfa Romeo Giulia 2.0 Turbo 48V Mild Hybrid

Fiat 500X: in arrivo un restyling